La CFTC non ha ancora approvato i future fisici sul Bitcoin di LedgerX

In una dichiarazione ottenuta da CoinDesk, la Commodities Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti ha confermato di non aver approvato i future fisici sul Bitcoin di LedgerX.

E l'annuncio dell'approvazione?

Come riportato ieri da Cointelegraph, in un annuncio del 31 luglio, LedgerX ha dichiarato che i suoi future fisici fossero disponibili sulla piattaforma di trading Omni. Tuttavia, la conferma rilasciata oggi dalla CFTC suggerisce che non è possibile.

Lo specialista in derivati ​​Thomas G. Thompson ha sottolineato su Twitter che "la CFTC non mostra alcun contratto future certificato dalla" società. Si presuppone che quindi LedgerX possa aver lanciato i propri contratti swap esistenti sulla sua nuova piattaforma futures. Tuttavia, Thompson conclude:

"Si tratta comunque di uno sviluppo importante, perché ora il pubblico retail può scambiare opzioni e swap sul Bitcoin."

“Lancio Vaporware”

Nel frattempo, anche la piattaforma di notizie The Block ha messo in evidenza numerosi indizi che suggeriscono che il lancio non sia in realtà avvenuto. L'autore dell'articolo cita le parole di un leader dell'industria, rimasto anonimo:

"Non viene nemmeno riportato alcun volume di trading. Lancio Vaporwave."

Tuttavia, oggi l'account Twitter ufficiale di LedgerX ha comunque annunciato il lancio di LedgerX Omni, invitando gli utenti a registrarsi per "l'accesso anticipato".

Come segnalato da Cointelegraph, Bakkt, la tanto attesa piattaforma di Intercontinental Exchange, ha cominciato il test dei propri future fisici sul BTC nelle scorse settimane.