Secondo il miliardario Zhao Dong, la 'primavera delle criptovalute' arriverà soltanto nel 2020

Zhao Dong, l'imprenditore cinese divenuto miliardario grazie a Bitcoin (BTC), crede che la "primavera delle criptovalute" arriverò soltanto nel 2020. L'uomo ha condiviso la propria opinione in un gruppo pubblico su WeChat, e successivamente citato dal portale d'informazione 8BTC.

Quando gli è stato chiesto cosa ne pensasse del futuro di Bitcoin, Dong ha ricordato l'estrema popolarità della moneta a dicembre 2017. Rispetto ad allora, oggigiorno a nessuno più importa di BTC: per attirare le medesime attenzioni da parte del pubblico generale, la criptovaluta dovrebbe raggiungere un valore di "svariate decine di migliaia di dollari".

Questo mercato ribassista, spiega l'uomo, è pertanto un ottimo momento per acquistare BTC. Tuttavia, a differenza di quanto previsto da molti analisti, Dong pensa che il 2019 sarà un anno nel complesso negativo per le criptovalute, e che il settore dovrà affrontare ancora svariati mesi di "crypto winter". Molte aziende spariranno in questo periodo, ma ne nasceranno anche di nuove: il 2019 sarà al tempo stesso il momento peggiore e migliore per investitori e imprenditori.

Per quanto riguarda le prospettive a lungo termine, secondo Zhao Dong la "crypto spring" arriverà soltanto nel 2020, mentre per l'estate delle criptovalute dovremmo attendere fino al 2021.

"Crypto winter" è un termine spesso utilizzato dagli esperti dell'industria per definire il lungo mercato ribassista dell'ultimo anno, iniziato dopo il raggiungimento da parte di Bitcoin di quota 20.000$, e purtroppo ancora in corso.

La società di ricerca Fundstrat Global Advisors ha recentemente pubblicato un resoconto sul futuro delle criptovalute, nel quale gli analisti della compagnia spiegano che entro fine anno assisteremo ad un notevole incremento dei prezzi.