Coinbase: rilevato double spending su Ethereum Classic, coinvolti più di 1,1 milioni di dollari

Delle forti riorganizzazioni subite dalla blockchain di Ethereum Classic (ETC), che hanno provocato fenomeni di double spending, avrebbero interessato più di 1,1 milioni di dollari in criptovalute. Lo ha rivelato l'exchange di criptovalute statunitense Coinbase nella giornata di lunedì.

Secondo il blog ufficiale della compagnia, il team dell'exchange ha rilevato otto riorganizzazioni che includevano doppie spese, per un totale di 88.500 ETC (circa 460.000$). Successivamente, Coinbase ha pubblicato un aggiornamento in cui avvisava il pubblico di altre 12 nuove riorganizzazioni, che hanno interessato ben 219.500 ETC (circa 1,1 milioni di dollari).

Tuttavia, dagli annunci non risulta chiaro se il numero totale degli attacchi rilevati sia salito a 12 o se ce ne siano stati 20 in totale. Nel secondo caso, l'ammontare di ETC salirebbe a 1,5 milioni di dollari.

Coinbase ha rilevato una prima riorganizzazione della blockchain di ETC nella giornata di sabato 5 gennaio, descrivendola come un attacco del 51%. L'exchange statunitense sospese quindi temporaneamente tutte le interazioni con la blockchain ETC, affermando che i suoi clienti non sono stati colpiti dall'attacco.

Alla dichiarazione del famoso exchange si è presto aggiunta quella della piattaforma giapponese bitFlyer, confermando la presenza di un attacco del 51% che stava causando una riorganizzazione di massa, che ha coinvolto più di 100 blocchi. Anche bitFlyer ha poi sospeso i depositi e i prelievi di ETC, seguito da un altro exchange giapponese, Coincheck.

In un primo momento, gli sviluppatori di ETC hanno negato le segnalazioni riguardanti l'attacco, dichiarando che non era stato rilevato alcun fenomeno di double spending. Tuttavia, hanno chiesto a tutti gli exchange e alle mining pool di incrementare significativamente il tempo di conferma su tutti i prelievi e depositi.

Successivamente, il team di Ethereum Classic ha dichiarato su Twitter che il forte aumento dell'hashrate potrebbe essere attribuito al test di alcune nuove macchine ethash da 1.400/Mh provenienti dal produttore di chip ASIC Linzhi, questa volta ammettendo che potrebbero effettivamente esserci state delle doppie spese:

"Linzhi sta testando degli ASIC. Coinbase ha segnalato delle doppie spese: entrambe le cose potrebbero essere vere."

Nel frattempo, Wolfgang Spraul, direttore delle operazioni di Linzhi Shenzhen, ha negato queste affermazioni in un Tweet che è poi stato cancellato.

Come spiegato nella nostra rubrica, un attacco del 51%, o attacco di maggioranza, può verificarsi quando un utente o un gruppo di utenti che controllano la maggior parte del potere di mining monopolizzano il controllo sulla rete. In questo caso, gli aggressori hanno potere sufficiente per controllare la maggior parte degli eventi nell'ecosistema e, soprattutto, per invertire qualsiasi transazione.

Tramite il double spending, ad esempio, il malintenzionato potrebbe vendere delle criptovalute per denaro fiat e poi modificare il ledger per rientrare in possesso delle monete virtuali.

Al momento della stesura di questo articolo, il valore di Ethereum Classic si aggira sui 5,10$, in ribasso del 2% rispetto alla quotazione di ieri.