La blockchain 'potrebbe cambiare la vita' dei cittadini, ha dichiarato un senatore della Colombia

Questo mercoledì, il Senato Colombiano ha tenuto un dibattito sulle criptovalute e sulla blockchain "come meccanismo per modernizzare l'economia digitale".

La Terza Commissione del Senato è stata convocata dal senatore Antonio Navarro Wolff, del partito Alianza Verde. Al dibattito hanno anche partecipato la Banca Centrale, il Ministero della Finanza, il Ministero dell'Informatica e il Sovrintendente Finanziario della Colombia.

Navarro Wolff ha aperto il proprio discorso sostenendo che il paese dovrebbe studiare la blockchain "molto più a fondo", in quanto tale tecnologia "potrebbe cambiare la vita dei colombiani" grazie alle possibili applicazioni in campo amministrativo, economico e politico. Il senatore ha inoltre menzionato il potenziale della blockchain di migliorare trasparenza e sicurezza del sistema elettorale.

In seguito alla folgorante ascesa dei mercati delle criptovalute, sempre più cittadini colombiani si sono avvicinati a questa nuova tecnologia, incrementando la necessità di una struttura normativa adeguata. A tale fine, Navarro Wolff ha invitato il Ministero delle Finanze a perseguire l'implementazione di nuove regolamentazioni per questo settore.

Un rappresentante del Sovrintendente Finanziario della Colombia ha poi parlato della recente fondazione di INNOVA, una nuova task-force il cui compito è quello di studiare i possibili utilizzi della blockchain e promuovere "prudenza e cautela tra i cittadini".

Lo scorso mese è stata ufficialmente lanciata la Colombia Blockchain Association, che agirà da interlocutore con il governo nazionale e incoraggerà un'adozione "consapevole" delle nuove tecnologie, senza tuttavia compromettere i principi di decentralizzazione alla base della blockchain.