La multinazionale dei marchi Corona e Budweiser investe in una startup blockchain

La startup statunitense BanQu ha annunciato di aver chiuso un'estensione del round A di finanziamento guidato dalla divisione investimenti di Anheuser-Busch InBev, multinazionale famosa soprattutto per il marchio Corona. L'annuncio è stato pubblicato il 6 giugno.

Secondo l'annuncio, i fondi consentiranno a BanQu di continuare lo sviluppo della sua soluzione di tracciabilità e la sua espansione geografica. Crunchbase stima che i ricavi annuali della multinazionale - che possiede i marchi di birra Budweiser, Corona, Leffe e Becks - siano pari 22,1 miliardi.

La startup in questione sostiene di aver creato la prima e unica blockchain pensata "per aiutare le persone ad uscire dalla povertà estrema collegandole alle supply chain globali." Tony Milikin, chief sustainability and procurement officer AB InBev, ha commentato la partnership:

"Insieme, stiamo lavorando per migliorare l'accesso alle banche moderne di migliaia di agricoltori in mercati rurali, promuovendo la crescita inclusiva e contribuendo al nostro piano "2025 Sustainability Goal" e agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite".

Inoltre, la società afferma che i fondi contribuiranno a garantire la propria presenza in Africa, Asia e America Latina. BanQu opera in 12 paesi, tra cui Costa Rica, India, Indonesia, Giordania, Malawi, Somalia, Sud Africa, Siria, Uganda, Stati Uniti e Zambia, e prevede di espandersi in Cina e Messico entro la fine dell'anno.

Come riportato ad agosto da Cointelegraph, BanQu aiuta i rifugiati, gli sfollati e le persone più povere del mondo a costruire una propria identità economica sulla blockchain.

Recentemente, Microsoft ha presentato un network di identità decentralizzata costruita sulla rete Bitcoin, con l'obiettivo di consentire agli utenti di assumere il controllo dei propri dati e contenuti personali.