CEO del Digital Currency Group: per quest'anno, il bitcoin ha già toccato il suo 'bottom'

Secondo quanto riferito il 18 luglio dalla CNBC, Barry Silbert, fondatore e amministratore delegato della compagnia di venture capital Digital Currency Group, ha dichiarato di credere in bitcoin (BTC) come veicolo di investimento.

Mercoledì, durante la Delivering Alpha Conference di New York, Silbert ha dichiarato: "Abbiamo probabilmente raggiunto il bottom di quest'anno. A proposito, ho investito in bitcoin proprio la settimana scorsa. [...] ormai si è affermata come asset class, e sono al 100% sicuro che una forma di denaro decentralizzata non fiat avrà senza dubbio i suoi usi."

Jeremy Allaire della startup Circle, sostenuta da Goldman Sachs e Baidu, la pensa allo stesso modo. Allaire ha inoltre aggiunto che la tecnologia blockchain sarà alla base delle nuove innovazioni tecnologiche:

"È un nuovo strato infrastrutturale di internet, che sostituirà i sistemi operativi: è il futuro di internet ... Non è soltanto oro digitale".

Ken Griffin, CEO e fondatore dell'hedge fund Citadel, si è dimostrato invece molto più scettico. Durante la stessa conferenza, ha ammesso di nutrire ancora diversi dubbi su BTC, ed ha dichiarato che le nuove generazioni dovrebbero "fare qualcosa di più produttivo che investire nelle valute digitali".

Oggi, il co-fondatore dell'Avenue Capital Group Marc Lasry ha condiviso il parere positivo di Silbert, affermando che BTC raggiungerà presto i 40.000$.