Il 19 gennaio, Enjin Coin (ENJ) è diventata la prima crypto legata al gaming a ricevere il via libera da parte della Japanese Virtual Currency Exchange Association, la JVCEA. 

Questo ha coinciso con un improvviso aumento del 71% del valore della moneta in dollari, verificatosi in sole 9 ore: il prezzo di ENJ è passato da 0,236340$ a un picco di 0,406356$.

Grafico di ENJ/USD. Fonte: CoinMarketCap

Nell’annuncio ufficiale della società si legge:

"Enjin Coin è stata approvata dalla JVCEA e sarà quotata sull’exchange Coincheck, diventando così il primo token gaming autorizzato per l'uso in Giappone". 

A partire dal 26 gennaio, Enjin Coin sbarcherà infatti sulla piattaforma Coincheck: ENJ sarà acquistabile con JPY e BTC. 

L'ingresso di Enjin nel mercato giapponese è stato aiutato da Hashport Accelerator. Seihaku Yoshida, CEO di Hashport, ha commentato: 

"Enjin ha avuto molto coraggio ad entrare nel mercato giapponese nel 2019, e da quel momento ha mostrato una forte determinazione a far crescere il proprio business, indipendentemente dalle condizioni del mercato. Dopo più di un anno di due diligence, l'approvazione e la quotazione di Enjin Coin su Coincheck è una pietra miliare importante per Enjin e per l'adozione della sua piattaforma blockchain in Giappone."

Maxim Blagov, CEO di Enjin, ha dichiarato che la società sperava di trarre vantaggio dall'ingresso in uno dei mercati gaming più affollati al mondo, e intendeva avvantaggiarsi della cultura dell'innovazione tecnologica, ben radicata nel Paese nipponico: 

"Da Super Mario a Pokémon e Final Fantasy, il Giappone è la patria di videogiochi pionieristici che occupano un posto duraturo nella cultura pop. La cultura dell'innovazione giapponese è allineata a quella di Enjin. Crediamo che alcuni dei migliori titoli blockchain del mondo verranno dall'industria giapponese, e noi saremo lì per aiutarli a sfruttare al meglio questa potente tecnologia."

Enjin Coin è stato annunciato per la prima volta nel 2017, ed ha lanciato una mainnet l'anno successivo. Nel 2019, Enjin ha fatto notizia dopo l'annuncio che ENJ sarebbe stata una delle applicazioni native dell'allora appena uscito Samsung Galaxy S10.