Negli ultimi cinque mesi, le dApp sulla rete EOS hanno perso quasi 1 mln di dollari in seguito ad attacchi hacker

Secondo quanto riportato dal sito cinese Blockchain Truth, a partire da luglio le app decentralizzate (dApp) basate sulla blockchain EOS avrebbero perso fino a 1 milione di dollari in seguito a diversi attacchi hacker.

L'articolo riporta un'analisi di PeckShield, una società di sicurezza blockchain che monitora diversi ecosistemi. Secondo lo studio, nel periodo che va da luglio a novembre, le dApp sulla rete EOS hanno subito 27 violazioni, che hanno causato la perdita di 400.000 EOS. Al momento della stesura di questo articolo, secondo CoinMarketCap il valore di tale cifra si aggira sugli 800.000$.

Tuttavia, Guo Yonggang, un esperto citato da Blockchain Truth, crede che la maggior parte degli attacchi alle dApp EOS sfruttino le vulnerabilità delle app stesse, piuttosto che del network EOS. Yonggang pensa anche che attacchi simili diventeranno più frequenti, dato che gli hacker hanno intensificato la ricerca di punti deboli nelle applicazioni.

Il rapporto afferma che la blockchain EOS ha una quantità significativa di account "dormienti", circa 200.000 su un totale di 500.000. Inoltre, quasi 120.000 account sarebbero gestiti da gruppi, il che significa che solo il 37% degli utenti EOS sono realmente attivi.

Al momento della stesura di questo articolo, il prezzo di 1 EOS si aggira sui 2$. La sua capitalizzazione di mercato ammonta a circa 1,8 miliardi di dollari, il che rende EOS la settima al mondo.

Secondo un annuncio pubblicato la settimana scorsa, Coinbase starebbe "esplorando" l'opzione di quotare più di 30  nuove criptovalute, tra cui Ripple (XRP), EOS e Cardano (ADA). Tuttavia, l'exchange ha osservato che per completare un'operazione del genere potrebbe servire parecchio tempo, e alcuni asset potrebbero non essere disponibili in diversi paesi.

Il mese di dicembre è cominciato con l'ennesimo dibattito sull'ecosistema EOS: secondo alcuni rumor, Starteos, uno dei nodi ufficiali che possono approvare le transazioni EOS, starebbe offrendo ricompense finanziarie ai token holder in cambio dei loro voti.

In passato, EOS era stata criticata per la sua scarsa decentralizzazione quando alcune transazioni confermate, effettuate da un account phisher, sono state annullate.