ErisX alla CFTC: avere dei future su ETH regolamentati significherebbe avere un mercato più robusto e liquido

L'exchange di criptovalute ErisX ha presentato una lettera di commento alla Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti in risposta alla richiesta di feedback da parte dell'agenzia sui meccanismi e sul mercato di Ethereum (ETH).

La lettera, inviata il 15 febbraio, espone la convinzione dell'exchange secondo cui "l'introduzione di un contratto a termine regolamentato su ether avrebbe un impatto positivo sulla crescita e sulla maturazione del mercato".

Come già riportato, ErisX è un reboot del mercato di future tradizionali Eris Exchange, e dovrebbe iniziare il supporto per lo spot trading di Bitcoin (BTC), Ethereum e Litecoin (LTC), così come dei relativi contratti future, nella seconda metà del 2019, in attesa dell'approvazione dell'organo di regolamentazione.

La lettera sostiene che "quotare e negoziare i future su ether sui mercati regolamentati della CFTC" sia una mossa "coerente" con l'obiettivo della CFTC di promuovere "mercati di derivati ​​aperti, trasparenti e competitivi [e] per proibire frodi, manipolazioni e pratiche abusive associate a derivati ​​e altri prodotti soggetti al [Commodity Exchange Act] CEA."

La CFTC ha da tempo determinato che il Bitcoin è una merce, dato che aspira a sostituire le valute sovrane - piuttosto che una security, cosa che lo porterebbe sotto le responsabilità della Securities and Exchange Commission (SEC). Dopo un dibattito significativo, nel giugno del 2018 anche ad ethereum è stata rimossa l'etichetta di security.

Nella sua lettera, ErisX delinea la distinzione concettuale tra Ethereum e il suo predecessore, osservando che "Ethereum ha costruito su alcuni dei principi architettonici di Bitcoin per estendere [la sua] funzionalità di sistema di registro distribuito, (crittograficamente) protetto, includendo nuove funzionalità di calcolo per l'esecuzione di codice arbitrario."

L'exchange sostiene che la mancanza di chiarezza normativa abbia impedito alle imprese regolamentate di entrare nel settore, determinando una preponderanza di "intermediari" ed exchange "poco regolamentati o non regolamentati affatto", molti dei quali off-shore. I rischi associati, tra cui la volatilità dei prezzi e le fluttuazioni di liquidità, sono pertanto:

"Non riguardano solo Ether, ma tutta la struttura frammentata del mercato delle piattaforme di trading e degli "exchange", caratterizzata da livelli di supervisione normativa, trasparenza operativa e integrità significativamente diversi."

Pertanto, ErisX sostiene che dei prodotti basati su ETH standardizzati e regolati dalla CFTC attirerebbero una più ampia partecipazione da parte degli attori istituzionali e degli utenti retail, creando "mercati più robusti, liquidi e resilienti", una migliore gestione dei rischi e una rilevazione dei prezzi più efficiente e accurata.

Come riportato, questo mese ErisX ha assunto come direttori tre veterani di Barclays, YouYube e Chicago Board Options Exchange, dopo aver annunciato la nomina di Joseph Lubin di ConsenSys al suo consiglio di amministrazione a gennaio.