Il numero di indirizzi Ethereum con un saldo pari o superiore a 32 Ether (ETH) è in calo, suggerendo un possibile disinteresse tra trader e investitori a diventare “full validator” della blockchain Proof-of-Stake in arrivo.

Allo stesso tempo, venerdì il prezzo di ETH è tornato sopra i 4.000$, mentre Bitcoin (BTC) cerca di riprendersi i 51.000$ dopo la “Elon Candle” di questa settimana.

Cercasi validatori di Eth2?

La piattaforma di analisi on-chain Glassnode ha rivelato che il numero di indirizzi Ethereum esterni (EOA) ha raggiunto il livello più basso degli ultimi 17 mesi, circa 108.915. A novembre dello scorso anno la cifra era di circa 127.500.

Numero totale di indirizzi contenenti 32 o più ETH vs. prezzo di Ether. Fonte: Glassnode

Gli analisti di Glassnode considerano gli indirizzi Ethereum con almeno 32 ETH “potenziali validatori” sulla blockchain di Eth2: il Proof-of-Stake di Ethereum richiede infatti agli utenti di depositare almeno 32 ETH per diventare un full node validator. Così facendo, i creditori di ETH saranno responsabili per l’archiviazione di dati, l’elaborazione di transazioni e l’aggiunta di nuovi blocchi alla blockchain.

La funzionalità di staking mira a proteggere il network di Ethereum e garantire ricompense in ETH costanti per le entità che mettono a rischio il proprio capitale. Inoltre, dimostra l’obiettivo degli sviluppatori di Ethereum di rendere il registro pubblico più economico, veloce e scalabile per gli utenti. In breve, assicura la transizione da un protocollo Proof-of-Work ad alto consumo energetico a uno Proof-of-Stake in seguito all’approvazione della comunità.

Lo smart contract di Eth2 è stato lanciato il 4 novembre attraverso un “aggiornamento Beacon Chain”, e richiedeva almeno 524.288 ETH per raggiungere la cosiddetta soglia di genesi che dimostra il consenso dei partecipanti sulla transizione a PoS di Ethereum. Attualmente lo smart contract contiene complessivamente oltre 4.560.000 ETH.

Riservato ai più ricchi

Per molti investitori retail diventare un full validator sul network di Ethereum rimane un’impresa ardua, considerando che obbliga a comprare 32 ETH, attualmente pari a 128.000$. Dal lancio della Beacon Chain, il prezzo di Ether è aumentato quasi del 900%.

ETH prende il volo dopo il lancio della Beacon Chain il 4 novembre 2020. Fonte: TradingView

I dati di Glassnode rappresentati nella prima immagine mostrano una netta correlazione inversa tra gli indirizzi contenenti 32+ ETH e il prezzo spot di Ether, riflettendo un calo dell’interesse degli investitori a diventare full node validator. Al contrario, vogliono realizzare profitti rapidamente cavalcando l’attuale bull run nei mercati delle criptovalute.

Tuttavia, ciò non significa che Eth2 è a corto di interesse per lo staking. Il progetto consente a piccoli partecipanti di unire le proprie riserve di ETH tramite servizi di terze parti. Dopodiché, il fondo collettivo deposita 32 ETH allo smart contract di Eth2.