Il Fondo Europeo per gli Investimenti svela un'iniziativa per AI e blockchain da 400 milioni di euro

La Commissione Europea e il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) hanno annunciato il lancio di un nuovo programma di investimenti per l'intelligenza artificiale (AI) e la blockchain valido per tutti i paesi aderenti all’Unione Europea. Questo è quello che recita l’annuncio, apparso sul blog dell’organizzazione: 

"Con la Commissione Europea, stiamo lanciando un programma di investimenti dedicato che renderà disponibili 100 milioni di euro a fondi di venture capital o ad altri investitori per supportare servizi basati su AI e blockchain. Dal momento in cui si tratta di investimenti fondamentali, prevediamo che per l'IA e la blockchain verranno generati 300 milioni di euro da parte di investitori privati."

Il progetto si focalizzerà, in particolare, sullo sviluppo e sulla crescita oltre che sulla ricerca e sulla realizzazione di “proof of concept”.

Investimenti incentrati sulla ricerca ma non sullo sviluppo

Per l’Europa Occidentale è prevista una spesa di 674 milioni di dollari in tecnologia blockchain nel 2019, divenendo così la seconda regione con i più alti investimenti nel settore. In tal modo l’Europa Occidentale si troverebbe dietro soltanto agli Stati Uniti con una spesa di 1,1 miliardi di dollari, ma davanti alla Cina che ha invece investito 319 milioni di dollari.

Tuttavia, gran parte di questi fondi saranno diretti alla ricerca e alla creazione di proof-of-concept, riponendo poca attenzione allo sviluppo e crescita. Questo è quanto ha riportato l’organizzazione stessa: 

"Il 'gap nei finanziamenti' legato alla blockchain e all'intelligenza artificiale in Europa rappresenta un'opportunità per l’EFI per sostenere queste nuove tecnologie attraverso le sue reti, esistenti e future, di venture capital."

Il fondo mira al mantenimento e alla crescita delle tecnologie in Europa

Sono relativamente pochi i fondi chiusi di venture capital che investono nella tecnologia blockchain in Europa. Questo porta molti imprenditori a ricevere finanziamenti dagli Stati Uniti, provocando una perdita di opportunità e di potenziale crescita economica che queste tecnologie comportano.

A partire dal 2020, il sistema renderà disponibili 100 milioni di euro per supportare iniziative legate allo sviluppo di prodotti e servizi per AI e blockchain. Il capitale disponibile potrebbe aumentare ulteriormente grazie ad accordi di collaborazione con le banche. Inoltre, alla somma attuale si potrebbero aggiungere 300 milioni di euro messi a disposizione da investitori privati.

Come riportato da Cointelegraph all'inizio di questo mese, la Banca centrale Europea sta valutando la possibilità di emettere un Eurocoin digitale.