Ex CEO di Google Africa: Bitcoin è un 'dono' che cambierà per sempre l'umanità

L'informatico Stafford Masie, General Manager di WeWork South Africa, ha affermato che Bitcoin (BTC) cambierà il futuro dell'umanità più di qualsiasi altra innovazione tecnologica.

Durante la recente conferenza SingularityU South Africa Summit, Masie — un tempo CEO di Google Africa — ha dichiarato che la possibilità di scambiare valore senza intermediari grazie a Bitcoin è il più grande dono che l'umanità abbia mai ricevuto dal punto di vista tecnologico.

Le criptovalute rivoluzioneranno il commercio globale

Masie sostiene che le criptovalute, nonostante al momento vengano "fraintese, utilizzate in maniera impropria, travisate e considerate molto complesse", rivoluzioneranno il commercio globale. Ma il loro più grande potenziale non è per le economie già sviluppate e altamente digitalizzate, e nemmeno per le economie informali dominate dal contante, bensì per le cosiddette "terze economie" dove prevale ancora il baratto:

"La terza economia è un'economia in cui le persone non hanno accesso a contanti o a strumenti elettronici per la distribuzione del valore [...]. Pensate alle persone che vivono a due ore da Shanghai, al centro della costa cinese. Loro utilizzeranno Bitcoin per effettuare transazioni internazionali al di fuori delle strutture già esistenti, in maniere che io e voi non possiamo nemmeno immaginare."

Masie ha anche affrontato il tema della sicurezza di Bitcoin, sottolineando che "sono gli exchange ad essere vulnerabili ad attacchi hacker, non Bitcoin."

Masie ha infine difeso il concetto di decentralizzazione, criticando l'ascesa dei colossi della tecnologia:

"Il valore complessivo del patrimonio netto di Apple, Amazon, Alphabet, Facebook e Microsoft è più o meno equivalente a quello di tutte le compagnie dell'S&P 500. Si tratta di un evento singolare, perché nella storia non abbiamo mai assistito ad una simile concentrazione della ricchezza.

Combinate, queste compagnie possiedono un valore che equivale al prodotto interno lordo di alcuni paesi."