La SEC sta ancora raccogliendo informazioni riguardo agli ETF sul Bitcoin, afferma un esperto

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti "sta ancora raccogliendo informazioni" riguardo agli Exchange-Traded Fund (ETF) basati su Bitcoin (BTC): lo ha affermato uno dei dirigenti di ETF.com durante un'intervista recentemente trasmessa su CNBC.

Dave Nadig, Managing Director della compagnia, ha commentato durante la trasmissione ETF Edge:

"È chiaro che la SEC sta ancora raccogliendo informazioni. [...] Tecnicamente sono presenti scadenze e tempistiche, ma onestamente possono fare un po' quel che vogliono. Possono continuare a temporeggiare, è chiaro che sia questo il loro piano stando agli ultimi comunicati."

Nadig è certo che un giorno gli ETF basati su criptovalute verranno approvati, ma passerà ancora molto tempo prima che questo accada: potrebbe essere necessario almeno un altro trimestre. Ha inoltre aggiunto che, più i mercati delle criptovalute diverranno maturi, e più di buon grado di organi di regolamentazione accetteranno questo settore.

A dicembre dello scorso anno Hester Peirce, un commissario della SEC che ha più volte espresso il proprio supporto per le monete digitali, ha affermato che gli appassionati di criptovalute non dovrebbero "sperare troppo" negli ETF sul Bitcoin:

"Potrebbe avvenire fra vent'anni, oppure domani. Non sperateci troppo. La SEC ha impiegato parecchio tempo per istituire Finhub. Potrebbe volerci ancora di più per approvare un prodotto ETF."