Blockchain, democrazia e "libertà di denaro": questi i temi discussi dagli esperti nel BlockShow America

Il BlockShow America 2018 è partito questa mattina a Las Vegas, raccogliendo oltre 1.500 partecipanti e 80 relatori dall'industria blockchain di oltre 50 paesi in tutto il mondo per discutere gli argomenti più interessanti che riguardano la comunità blockchain.

Oggi, il palco principale si è concentrato sulle iniziative governative, sull'impatto delle blockchain nelle principali industrie e sugli ultimi aggiornamenti relativi agli aspetti tecnologici e legali, mentre il palco secondario ha fornito un forum per idee e opinioni, sul quale si sono confrontati aziende ed esperti di tutto il mondo.

La conferenza ospita leader e professionisti del settore, che fanno luce sulla natura dirompente della blockchain nei campi dell'IA, della pubblicità, degli immobili e altro ancora. Johanna Maska, ex direttore della stampa della Casa Bianca per il presidente Barack Obama, ha tenuto un discorso in cui ha parlato della possibilità di costruire la democrazia con la blockchain.

Anche Herb Stephens, co-fondatore e tesoriere della Democracy Earth Foundation, ha parlato di "democrazia blockchain". Stephens ha affermato che "la corruzione esiste nei database centralizzati. Stiamo passando da corruttibili a incorruttibili". Dmitrij Matskevich, CEO e co-fondatore di Dbrain, ha aggiunto:

"Democrazia significa includere le minoranze e coloro che non hanno accesso alla tecnologia, significa distribuire il potere dalla maggioranza alla minoranza."

Bobby Lee, membro del consiglio di amministrazione della Bitcoin Foundation e cofondatore dell'exchange di criptovalute BTCC, ha parlato di "libertà di denaro". Secondo Lee, attualmente le istituzioni finanziarie e le autorità di regolamentazione "hanno il controllo assoluto sui vostri soldi":

"Per me la rivoluzione cripto riguarda la libertà di denaro. Analogamente alla libertà di parola."

Il famoso sostenitore del Bitcoin ha anche delineato i primi quattro errori da evitare quando si investe in criptovaluta: indecisione negli investimenti, non comprare abbastanza, vendere dopo un piccolo guadagno e vendere dopo un momento di panico.

La conferenza è proseguita con dibattiti su come una corretta regolamentazione possa favorire lo sviluppo della tecnologia blockchain, ai quali hanno preso parte sia esperti del settore che esperti fiscali, legali e contabili. Julian Zegelman, angel investitor e socio fondatore di TMT Blockchain Fund, ha affermato che l'industria sta vivendo un "agnosticismo giurisdizionale".

Riguardo la questione Initial Coin Offering (ICO), Naeem Aslam, CMA di ThinkMarkets e editorialista di Forbes, ha affermato che "la stabilità dei prezzi è il fattore chiave per ICO e regolamentazioni." Andrew L. Rossow, avvocato e professore di legge, ha commentato:

"Innanzitutto, bisogna agire intelligentemente. Assicurati di essere protetto. Non credere sempre a quello che vedi."

Restate sintonizzati su Cointelegraph per ricevere ulteriori notizie dal BlockShow America 2018.