Crolla il valore delle azioni di Longfin in seguito all'annuncio delle indagini da parte della SEC

Stando a quanto riportato in data 3 aprile da CNBC, in seguito all'annuncio dell'apertura delle indagine da parte della Securities and Exchanges Commission (SEC) degli Stati Uniti, il valore delle azioni della società fintech Longfin è crollato di oltre il 30%.

È stata la stessa Longfin a rivelare l'inchiesta, all'interno del modulo 10-K inviato alla SEC in data 2 aprile. Oggi il valore delle azioni dell'azienda è di 9,89$, il 30,89% minore rispetto a qualche giorno fa. In pochi mesi il prezzo dei titoli della compagnia è crollato di oltre l'82%.

Longfin è una compagnia fintech (LFIN) quotata sul NASDAQ, la cui capitalizzazione di mercato è aumentata di oltre il 1.000% in appena due giorni in seguito all'annuncio dell'acquisizione di Ziddu.com, una compagnia specializzata in contratti intelligenti e microprestiti operante nel settore Blockchain.

Pic

Grafico azionario di LFIN, Dicembre 2017 - Aprile 2018

Fonte: nasdaq.com

Il 5 marzo, la Division of Enforcement della SEC ha informato Longfin che avrebbe aperto un'indagine sul trading dell'azienda, richiedendo documenti sulla sua IPO e sull'acquisizione di Ziddu.com. All'interno del modulo 10-K, Longfin si è dichiarata totalmente disponibile a collaborare con la SEC:

“Stiamo lavorando per rispondere alle richieste di questo documento, e collaboreremo con la SEC in relazione alla sua indagine. Mentre la SEC cerca di determinare se sono state violate le leggi federali, l'apertura dell'inchiesta non significa che l'ente governativo abbia già stabilito che la legge sia stata effettivamente infranta."

Anche il CEO di Longfin Venkat Meenavalli si è dichiarato sorpreso riguardo all'improvvisa impennata del valore delle azioni, affermando: "questa capitalizzazione non è giustificata, ho calcolato il valore della mia IPO a 5$". L'uomo ha poi aggiunto: "siamo un'azienda redditizia, non abbiamo nulla a che fare con questa mania euforica."

A gennaio di quest'anno, la SEC ha rivelato che avrebbe aperto indagini sulle aziende che hanno sfruttato l'entusiasmo attorno alla tecnologia Blockchain per manipolare i prezzi delle proprie azioni.