Rilasciata la prima implementazione di Lightning Network per la mainnet di Bitcoin

Oggi, 15 marzo, Lightning Labs ha rilasciato la prima implementazione di Lightning Network (LN) pronta per la mainnet di Bitcoin, descritta dalla compagnia come un "importante traguardo".

In un post sul blog ufficiale, Lightning Labs, descrive il loro prodotto Lightning Daemon (Lnd), che aiuta gli sviluppatori a connettersi facilmente al LN, come "dotato delle necessarie caratteristiche di sicurezza e fault-tolerance necessarie per l'utilizzo di denaro reale nel mondo reale".

La release arriva proprio quando la compagnia ha annunciato il completamento di un round seed di finanziamento da 2,5 milioni di dollari, a cui hanno partecipato alcuni dei più grandi nomi del settore delle criptovalute.

Il fondatore di Square e Twitter Jack Dorsey e il creatore di Litecoin Charlie Lee sono in cima alla lista, che comprende anche Jacqueline Reses di Square Capital e l'ex COO di PauPal David Sacks.

Sul web, gli utenti dei social media hanno accolto positivamente la notizia, dato che il Lightning Network sarà in grado di offrire agli utenti di Bitcoin transazioni praticamente gratuite e istantanee.

Lnd ha anche debuttato con il supporto dell'investitore Lee's Litecoin.

 

Nonostante abbia accumulato oltre 1000 nodi e quasi 2000 canali da dicembre 2017, LN non è comunque esente dalle critiche. Famose figure del settore, tra cui lo sviluppatore di Core Peter Todd e il creatore di Bitcoin.org Cobra, hanno entrambi espresso timori riguardo al lancio troppo veloce della tecnologia, che secondo loro sarebbe avvenuto senza test approfonditi.

 

"Si noti che questa versione è destinata agli sviluppatori di future applicazioni Lightning (Lapps) insieme agli utenti tecnici e ai potenziali operatori di nodi di routing", recita il post sul blog di Lightning Labs.

 

"In questa prima fase di Lightning, ci siamo concentrati sul fornire un'infrastruttura software (come lnd!), necessaria per eseguire il bootstrap della rete e fungere da piattaforma per applicazioni, servizi e aziende future."