Germania: l'organo di regolamentazione pubblica un resoconto sulle security basate su blockchain

In Germania, il Ministero Federale della Finanza ha rilasciato un documento relativo al trattamento e alla regolamentazione di security basate sulla tecnologia blockchain.

In tale resoconto, pubblicato in data 7 marzo, l'organo di regolamentazione ha discusso riguardo all'introduzione di normative per security elettroniche e la distribuzione di token crittografici. Il Ministero stabilisce che le leggi relative a questi strumenti finanziari dovranno essere tecnologicamente neutrali: l'approccio normativo dovrebbe rimanere invariato anche per security basate su registri distribuiti.

La distribuzione di token crittografici non sarà tuttavia soggetta alle medesime leggi che regolamentano il mercato tradizionale, poiché a detta del governo non rappresentano security ai sensi del Securities Trading Act. Per quanto riguarda invece le Initial Coin Offering (ICO), il Ministero sta ancora studiando i potenziali rischi per gli investitori.

Nell'annuncio viene infine spiegato che, prima di proporre delle leggi sulla questione, il Ministero Federale della Finanza e il Ministero Federale per la Giustizia e la Protezione dei Consumatori dovranno sviluppare un quadro completo di normative, al fine di consolidare il ruolo della Germania come paese leader per quanto riguardo il settore fintech.

Lo scorso mese il Bundeskabinett, l'organo esecutivo del governo tedesco, ha svelato che la strategia blockchain del Paese verrà introdotta entro la prima metà del 2019. Secondo il Gabinetto tedesco, il Ministero delle Finanze e il Ministero dell'Economia e dell'Energia sarebbero già al lavoro su questa strategia, mentre gli altri ministeri competenti contribuiranno in un secondo momento.