I recenti resoconti riguardo al trading desk per criptovalute sono 'notizie false', afferma il CFO di Goldman Sachs

Martin Chavez, Chief Financial Officer (CFO) di Goldman Sachs, ha dichiarato che i recenti resoconti riguardanti la decisione dell'azienda di abbandonare la realizzazione di un trading desk per criptovalute sono "notizie false". Durante la TechCrunch Disrupt Conference di San Francisco, Chavez ha infatti spiegato che tali notizie non possiedono alcun fondamento:

"Non avrei mai pensato di utilizzare questo termine, ma le ultime rivelazioni sono soltanto notizie false".

Le prime voci riguardo all'intenzione di Goldman Sachs di fondare un'unità specializzata nello scambio di criptovalute sono comparse già a dicembre dello scorso anno. Tuttavia, in data 5 settembre, alcune fonti anonime hanno svelato che l'azienda avesse intenzione di abbandonare definitivamente tali piani a causa di una struttura normativa eccessivamente incerta. Nella propria intervista Chavez ha tuttavia commentato che l'entusiasmo da parte della comunità è stato prematuro:

"Quando abbiamo discusso riguardo all'esplorazione di beni digitali [...] si trattava di un'esplorazione che si sarebbe evoluta col tempo. Forse qualcuno ha pensato che con le nostre attività avremmo dato vita ad un mercato fisico del Bitcoin, ma informandosi meglio si è poi reso conto che quella parte dell'evoluzione non è ancora arrivata".

Chavez ha inoltre spiegato che dovranno esistere soluzioni affidabili di custodia prima che le banche siano realmente disposte ad acquistare Bitcoin (BTC) in forma fisica:

"Il concetto di Bitcoin fisico è estremamente interessante, ma anche tremendamente impegnativo. Al momento non vediamo alcuna soluzione di custodia di grado istituzionale per il Bitcoin: siamo interessati nella sua esistenza, ma la strada da percorrere è ancora lunga".

L'uomo ha infine svelato che la compagnia sta lavorando a degli speciali derivati sul Bitcoin, il cui prezzo di riferimento si baserà sul valore medio della coppia BTC/USD in alcuni exchange selezionati.

Il prezzo del Bitcoin e delle altre monete digitali è crollato in seguito alla notizia che Goldman Sachs avesse intenzione di cancellare il proprio trading desk: la capitalizzazione complessiva di mercato è infatti diminuita di 12 miliardi di dollari in appena un'ora.