La Fed americana avverte che la crescita del debito nazionale 'non è più sostenibile'

Il capo della Federal Reserve degli Stati Uniti ha ammesso che l'attuale politica economica non è "sostenibile", ma che non è suo compito trovare una soluzione.

Il 13 novembre, durante una testimonianza dinanzi al Comitato Economico Congiunto del Congresso, Jerome Powell ha osservato che attualmente il debito nazionale degli Stati Uniti sta crescendo più velocemente del suo PIL nominale.

Powell: risolvere la spirale del debito "non è compito della Fed"

"Alla fine, nel lungo termine, non sarà qualcosa di sostenibile", ha affermato Powell. "Come risolverlo — più facile a dirsi che a farsi — come lo si farà e quando lo si farà... è un problema vostro e non nostro."

Come già riportato da Cointelegraph, il debito degli Stati Uniti ha ora raggiunto un valore di ben 23 mila miliardi di dollari: circa 70.000$ per ogni cittadino, e oltre un milione di dollari che ogni Bitcoin che esisterà mai.

In data 14 novembre, in un solo giorno la Fed ha distribuito fondi alle banche per un valore di 12,7 milioni di BTC, mentre il suo bilancio si sta espandendo verso 4.000 miliardi di dollari.

Secondo Powell, per risolvere questa crisi non è strettamente necessario ripagare il debito: basterà assicurare che l'economia cresca più velocemente di esso. Ciononostante, l'uomo ha espresso i propri timori riguardo alle future generazioni:

"Sarei negligente se non sottolineassi che la conseguenza di non affrontare questo problema è che... i nostri figli e nipoti spenderanno i loro dollari in tasse al servizio del debito piuttosto che per cose di cui hanno veramente bisogno."

Trump vuole tassi di interesse negativi 

Powell ha rilasciato questi commenti poco dopo che il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha rinnovato le richieste per tassi d'interesse negativi — sostanzialmente costringendo i risparmiatori a pagare per conservare valuta fiat — e ha criticato la Fed per non averli già introdotti.

"Ricordate, siamo in competizione con nazioni che hanno apertamente tagliato i tassi d'interesse, tanto che ora molti vengono in realtà pagati quando pagano i loro prestiti... chi ha mai sentito parlare di una cosa del genere? Datemente un po, datemi un po' di quei soldi", ha affermato Trump durante il proprio discorso all'Economic Club di New York.

Le politiche economiche basate sul debito, e le loro conseguenze, sono state il principale motivo che ha portato alla nascita di Bitcoin (BTC), apparso in seguito alla crisi economica del 2008. Poiché si tratta di una forma di denaro con un'offerta monetaria deflazionistica impossibile da manipolare, Bitcoin viene sempre più spesso paragonato all'oro come copertura contro la costante erosione del valore delle valute legali.