Ledger apre un ufficio a New York per sviluppare il suo servizio di custodia istituzionale

Ledger, il famoso produttore di wallet hardware per criptovalute, si sta espandendo a New York per sviluppare il suo servizio di custodia istituzionale Ledger Vault. La società lo ha rivelato in un comunicato stampa condiviso con Cointelegraph il 26 novembre.

Ledger, che ha introdotto l'accesso anticipato a Ledger Vault nel mese di maggio, ha nominato l'ex direttore di Intercontinental Exchange (ICE) Demetrios Skalkotos come responsabile delle operazioni internazionali del progetto.

"New York è il centro del mondo finanziario, utilizzarla come sede delle nostre attività legate a Ledger Vault è stata quindi una scelta naturale", ha commentato il CEO di Ledger Pascal Gauthier.

Mentre il trend di sviluppare prodotti diretti agli investitori istituzionali continua, Ledger si unisce agli altri operatori, come ICE, nel rispondere alla crescente domanda da parte dei clienti aziendali.

Nonostante un ritardo di circa sei settimane, la piattaforma Bakkt  di ICE otterrà molto probabilmente l'approvazione dei regolatori per i suoi future fisici sul Bitcoin a partire dalla fine di gennaio.

Al contrario, Ledger Vault è una forma di soluzione di custodia che consente a più membri di un'entità aziendale (come ad esempio un hedge fund) di accedere allo stesso cold storage. A luglio, Ledger ha annunciato di aver venduto oltre un milione di dispostivi nel 2017, e ha dichiarato di aver intenzione di approcciare i giganti della tecnologia come Samsung e Google per ulteriori round di finanziamento.

"Lo storage sicuro di grossi fondi in più criptovalute è una sfida molto complessa, che non può essere risolta semplicemente implementando procedure già collaudate", ha dichiarato Skalkotos:

"Le istituzioni sono alla ricerca di opzioni di storage più sicure con politiche di governance integrate, ma non vogliono sacrificare la praticità d'uso."

Il mese scorso, la rete di pagamento Square ha reso open source il suo strumento di cold storage, mentre la settimana scorsa il produttore di hardware Trezor ha avvisato il pubblico che i wallet sono già entrati nel mirino dei falsari.