Il peggio per il Bitcoin deve ancora arrivare, afferma il pragmatico CEO di BitMEX

Arthur Hayes, CEO della piattaforma per lo scambio di criptovalute BitMEX, ha recentemente affermato che, nonostante i recenti rialzi, il Bitcoin potrebbe scivolare fino a quota 5.000$, per poi iniziare la propria scalata e raggiungere i 50.000$ entro fine anno.

La comunità delle criptovalute non riesce a trovare una spiegazione per l'incredibile impennata del 17 luglio, che ha portato il valore del Bitcoin da 6.700$ a 7.500$ in meno di un'ora.

Secondo Hayes si tratta tuttavia di un comportamento ricorrente, e ha pertanto preferito adottare una visione ribassista per il breve periodo. Anche Tone Vays, considerato un vero e proprio guru del trading, ha recentemente previsto che la criptovaluta avrebbe trovato il fondo a 4.950$.

Nonostante la crescita di questa settimana sia stata "un'ottima ripresa con volumi eccellenti", spiega Hayes, il "peggio" per il Bitcoin deve ancora arrivare:

"Vorrei che venisse testata quota 5.000$, per vedere se si tratta davvero di un fondo. Se tale livello dovesse reggere, prevedo un'impennata a 50.000$ entro fine anno".

Discutendo su CNBC riguardo ai recenti rialzi del mercato, Hayes ha affermato che "probabilmente molte persone hanno aperto nuove posizioni attorno ai medesimi livelli, ecco il motivo dell'improvviso aumento". Ha poi aggiunto che "potremmo certamente raggiungere gli 8.000 o i 9.000$, o addirittura i 10.000$", prima di scendere nuovamente e "testare i 5.000$".

Il Bitcoin, con un valore di 7.453$ al momento della stesura di questo articolo, mostra un incremento dell'1,23% rispetto alla giornata di ieri.