Colosso cinese dell'e-commerce fonda un istituto per favorire lo sviluppo di 'città intelligenti', che facciano uso di blockchain e intelligenza artificiale

JD Finance, filiale del colosso cinese dell'e-commerce JD.com, ha istituito lo Smart City Research Institute presso la propria sede centrale a Nanjing. La notizia è stata riportata in data 28 settembre dal portale d'informazione People’s Daily.

Grazie al nuovo istituto, JD.com spera di favorire lo sviluppo di "città intelligenti", che facciano uso di tecnologie innovative come intelligenza artificiale e blockchain. Inizialmente la compagnia concentrerà i propri sforzi nel migliorare l'efficienza delle città situate nella regione orientale del paese. Le priorità dell'iniziativa, spiega l'azienda, sono le seguenti:

"Soluzioni intelligenti per ambienti urbani, trasporti, pianificazione, consumi energetici, commercio, sicurezza, sanità e governo digitale".

Recentemente JD.com ha applicato la tecnologia blockchain in numerosi aspetti della proprie attività, dalle catene di distribuzione al rilascio di security supportate da asset digitali.

Ad agosto, JD.com ha inoltre svelato la sua nuova piattaforma Blockchain-as-a-Service (BaaS). Questo strumento, denominato JD Blockchain Open Platform, permetterà alle aziende di implementare soluzioni blockchain senza dover sviluppare la tecnologia partendo da zero. 

Lo scorso mese Ping An Insurance, una delle agenzie assicurative più importanti della Cina, ha rilasciato il proprio "White Paper on Smart Cities", allo scopo di "aiutare il governo a realizzare un nuovo modello di governo cittadino pensato come servizio".