Kik collaborerà con Unity Technologies per la diffusione del proprio token nell'industria dei videogiochi

L'applicazione di messaggistica Kik ha oggi rivelato la propria collaborazione con l'azienda Unity Technologies, in un'iniziativa che punta a far diffondere la criptovaluta Kin nell'industria dei videogiochi.

Stando a quanto rivelato a Cointelegraph da un rappresentante di Kik, l'imminente collaborazione con Unity "porterà la criptovaluta a milioni di sviluppatori di giochi", favorendone l'integrazione all'interno dei videogame. L'azienda ha inoltre realizzato un software development kit (SDK) personalizzato, che verrà presto aggiunto allo Unity Asset Store.

Kik ha presentato la Initial Coin Offering (ICO) per il token Kin ad agosto dello scorso anno, affermando che sarebbe stata "la prima criptovaluta adottata da un pubblico generalista". A settembre, l'azienda aveva raccolto circa 100 milioni di dollari, grazie agli investimenti di oltre 10.000 utenti provenienti da 117 diversi paesi.

Al momento della stesura di questo articolo, il prezzo del token Kin, una moneta ERC20 basata sulla Blockchain di Ethereum (ETH), è di 0,000175$, con un market cap di 132 milioni. L'applicazione Kik venne lanciata nel 2009 da un gruppo di studenti dell'Università di Waterloo; Unity Technologies, fondata nel 2004, è oggi una delle piattaforme videoludiche più utilizzate al mondo.

La scorsa settimana, Cointelegraph ha riportato che il videogioco CryptoKitties, basato su Ethereum, ha ricevuto un nuovo investimento da 12 milioni di dollari da due importanti nomi dell'industria: Andreessen Horowitz e Union Square Ventures. In CryptoKitties, gli utenti creano e allevano gatti virtuali, che possono poi essere acquistati o venduti per ETH.