Il progetto Litecoin non è stato abbandonato, assicura il fondatore Charlie Lee

Attraverso una serie di messaggi su Twitter, Charlie Lee ha risposto alle accuse secondo le quali il progetto Litecoin (LTC) sarebbe stato abbandonato. In particolare, l'uomo ha affermato:

"Recentemente ho notato parecchia FUD riguardo al fatto che quest'anno il codice di Litecoin non ha subito alcun aggiornamento. Se si dà un'occhiata alla pagina di GitHub dedicata a Litecoin, sembra che nel 2019 non sia stato compiuto alcun lavoro. Questo è accaduto per due motivi, nonostante il team abbia continuato a sviluppare."

La prima ragione è che la maggior parte degli aggiornamenti applicati a Litecoin erano stati originariamente sviluppati per Bitcoin (BTC) e rilasciati l'anno precedente:

"Questo significa che, nonostante il team abbia lavorato e rilasciato l'ultima versione di Litecoin Core a maggio 2019, su GitHub la maggior parte dei commit risalgono al 2018. Per tale motivo, sembra che gli sviluppatori di Litecoin si siano presi un anno di pausa."

La seconda ragione è legata al fatto che gli sviluppatori di Litecoin non lavorano al master branch del progetto su GitHub, per garantire la stabilità di prodotti basati su questa build pubblica. Lee assicura che Adrian Gallagher sta lavorando alla versione 0.18.1 di Litecoin Core su un branch personale:

"In otto anni di storia di Litecoin, soltanto una manciata di core developer hanno lavorato al Litecoin Core."

Recentemente Binance, popolare exchange di criptovalute, ha individuato sulla rete Litecoin un nuovo tentativo di dusting attack: si tratta di una nuova tipologia di attacco informatico, tramite la quale gli hacker tentano di infrangere la privacy degli utenti inviando piccole quantità di monete sui loro wallet personali.