Lloyd’s Of London assicurerà una piattaforma per la custodia di valute digitali

Lloyd’s of London, una delle principali compagnie assicurative nel Regno Unito, collaborerà con la società per la custodia di criptovalute Kingdom Trust. La notizia è stata rivelata all'interno di un recente comunicato stampa.

Fondata nel 1686, oggi Lloyd’s of London opera in oltre 200 paesi in tutto il mondo. L'azienda afferma di aver rimborsato tra il 2011 e il 2016 ben 87 miliardi di dollari.

Kingdom Trust, che offre i propri servizi ad oltre 100.000 clienti e gestisce un patrimonio di 12 miliardi di dollari, è stata una delle prime istituzioni finanziarie regolamentate ad offrire servizi di custodia per asset digitali. 

La compagnia lancerà una copertura assicurativa per criptovalute, allo scopo di proteggere gli investitori da furti e distruzione dei fondi. Matt Jennings, CEO di Kingdom Trust, ha dichiarato:

"Servizi qualificati di custodia da parte di un'istituzione finanziaria regolamentata e assicurata: si tratta di un elemento estremamente importante per gli enti che desiderano investire nel mercato degli asset digitali. Aggiungendo un altro affidabile esperto del settore come Lloyd’s alla nostra piattaforma, assicureremo che clienti correnti e futuri abbiano accesso a soluzioni di custodia sicure e complete, personalizzate su misura per affrontare le sfide della finanza istituzionale".

In un'intervista con Reuters, Jennings ha inoltre rivelato che Kingdom Trust ha "ottenuto un notevole sconto grazie alla sua tecnologia, un tipo di cold storage che permette di archiviare le monete digitali totalmente offline".

Numerosi nomi importanti dell'industria assicurativa come AIG, Allianz, Chubb e XL Group hanno iniziato ad offrire i propri servizi per la protezione delle imprese operanti nel settore delle criptovalute. "Le assicurazioni per l'archiviazione di criptovalute saranno una grossa opportunità", ha recentemente dichiarato Christian Weishuber, un dirigente di Allianz. "Gli asset digitali stanno divenendo sempre più importanti e prevalenti... stiamo studiando prodotti e opzioni di copertura per quest'area".