Mark Yusko: Bitcoin è 'una barriera contro il caos, una schmuck insurance'

Mark Yusko, CEO di Morgan Creek Capital, ha definito Bitcoin (BTC) "una barriera contro il caos, una schmuck insurance" durante un'intervista recentemente trasmessa sulla trasmissione Fast Money di CNBC. L'uomo ha rilasciato tali commenti mentre spiegava perché, a suo parere, non bisognerebbe prestare particolare attenzione ai movimenti giornalieri di BTC.

"Preoccuparsi delle oscillazioni giornaliere dei prezzi non coglie il punto"

L'intervistatrice ha sottolineato che attualmente si discute molto del fatto che è presente una forte correlazione fra incremento del prezzo di BTC e disordini internazionali. Tuttavia, nonostante queste turbolenze continuino a peggiorare, recentemente il prezzo di Bitcoin è diminuito. "Dovremmo pertanto scartare questa teoria, o per lo meno metterla temporaneamente da parte", ha domandato.

Yusko ha risposto che il prezzo giornaliero di Bitcoin non è realmente importante:

"L'intera idea alla base di Bitcoin è che si tratta di una riserva di valore. È una barriera contro il caos, una schmuck insurance come mi piace definirlo. Quello a cui bisogna realmente prestare attenzione è il trend a lungo termine: ogni anno il minimo è più alto, il valore complessivo del network aumenta. Per tale motivo, preoccuparsi delle oscillazioni giornaliere dei prezzi non coglie il punto: possedere una parte del network, è questo l'elemento chiave."

Sottolineando il ruolo di Bitcoin come contraltare ai mercati finanziari tradizionali, Yusko ha quindi consigliato:

"Quello a cui la gente dovrebbe puntare è investire l'1, il 2, il 3, il 5 percento del proprio patrimonio complessivo in questo asset, come copertura dagli attuali problemi dei mercati tradizionali."

Anche a maggio di quest'anno Mark Yusko aveva affermato che Bitcoin dovrebbe essere presente nel portfolio di ogni investitore:

"Bitcoin è ottimo per diversificare i propri investimenti, il legame con i movimenti della finanza tradizionale è molto basso. Dovrebbe essere presente nel portfolio di tutti."

Molto più estrema invece l'opinione di Anthony Pompliano, fondatore della società di gestione patrimoniale Morgan Creek, il quale ha recentemente svelato che oltre metà del proprio patrimonio è stato investito in Bitcoin.