Mercati delle criptovalute in lieve calo, notevoli guadagni per alcune altcoin

Martedì 24 novembre: il Bitcoin (BTC) non è riuscito a restare sopra la soglia dei 4000$ raggiunta nella giornata di ieri, e la maggior parte delle criptovalute principali per capitalizzazione di mercato è in rosso, come mostrano i dati di CoinMarketCap.

Solo 9 delle prime 20 criptovalute hanno chiuso la giornata in positivo: tra esse spiccano ZCash (ZEC) e NEM (XEM), in rialzo rispettivamente del 10 e dell'8 percento.

Market visualization

Grafico fornito da Coin360

Al momento della stesura di questo articolo, il Bitcoin è scambiato a 3.766$, in crescita dello 0,28%. Dopo aver toccato i 3.601$ il 25 novembre, ieri la criptovaluta più famosa al mondo ha superato quota 4.000$, ma non è riuscita a consolidare i guadagni ottenuti. Durante la giornata di oggi, il Bitcoin ha raggiunto un picco intragiornaliero di 3.823$ e un minimo di 3.643$.

Bitcoin 7-day price chart

Grafico settimanale del Bitcoin. Fonte: CoinMarketCap

Ripple (XRP), la seconda moneta per capitalizzazione di mercato, ha subito un lieve calo dell'1,30%, che l'ha portata a quota 0,349$. Sul grafico settimanale, l'asset è in ribasso di oltre il 20%.

XRP 7-day price chart

Grafico settimanale di Ripple. Fonte: CoinMarketCap

Bitcoin SV, hard fork di Bitcoin Cash (BCH), è la nona criptovaluta per capitalizzazione di mercato, che si aggira sugli 1,7 miliardi. La moneta è in calo di quasi il 10% rispetto alla giornata di ieri, con un valore di 95,28$.

Al momento della stesura di questo articolo, la capitalizzazione complessiva del mercato è pari a 122 mld di dollari, valore che durante il corso della giornata è oscillato intorno ai 120 mld.

Total market capitalization 7-day chart

Grafico settimanale della capitalizzazione complessiva del mercato. FOnte: CoinMarketCap

Oggi, Bloomberg ha riportato che la famosa borsa statunitense Nasdaq ha ancora intenzione di lanciare i propri future sul Bitcoin nel primo trimestre del 2019, nonostante il crollo delle ultime settimane.

Ieri, il presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti Jay Clayton ha ribadito la rigida posizione della Commissione sulla conformità delle Initial Coin Offering (ICO). In un'intervista con la CNBC, Clayton ha sottolineato che le vendite pubbliche di token devono essere condotte in conformità con i requisiti SEC, e che la maggior parte delle ICO dovrebbero essere considerate security.

L'investitore Anthony Pompliano ha affermato che il prezzo del Bitcoin (BTC) scenderà fino a toccare quota 3.000$: una contrazione dell'85% rispetto ai massimi storici della moneta. Anche se Pompliano ha affermato che le criptovalute sono "la classe di asset che ha ottenuto le migliori prestazioni negli ultimi dieci anni", ha anche ammesso che il Bitcoin è stato "sopravvalutato" a dicembre 2017, quando ha raggiunto 20.000$.