Monero completa l'hard fork, arriva il nuovo algoritmo di mining ASIC-resistant

La rete Monero (XMR) è stata aggiornata con successo introducendo RandomX, un nuovo algoritmo di mining ASIC-resistant.

Il 30 novembre, il gruppo di lavoro della comunità di Monero ha trasmesso in diretta l'aggiornamento su YouTube. L'upgrade ha anche introdotto l'algoritmo proof-of-work (PoW) RandomX che utilizza l'esecuzione di codice casuale insieme a tecniche memory-focused per essere resistente agli ASIC (Application-Specific Integrated Circuits), dei dispositivi ottimizzati per il mining.

L'upgrade porta inoltre ottimizzazioni per le CPU general purpose, che hanno l'obiettivo di rendere la rete più decentralizzata. Di conseguenza, minare minero utilizzando una GPU potrebbe essere meno efficiente.

Il team Monero ritiene che gli ASIC abbiano un effetto centralizzante, in quanto ci sono solo poche aziende al mondo in grado di produrle.

Tuttavia, altri hanno affermato l'esatto opposto. Bran Cohen, creatore del protocollo peer-to-peer (P2P) BitTorrent, ha affermato che gli algoritmi PoW ASIC-resistant un "sogno irrealizzabile" e una "cattiva idea". Cohen ha aggiunto che è molto meglio optare per algoritmi ASIC-friendly, perché "la resistenza agli ASIC crea solo una produzione più centralizzata quando, inevitabilmente, tale resistenza crolla".

Delisting di Monero dagli exchange

A novembre, l'exchange di criptovalute BitBay ha annunciato che rimuoverà la privacy coin Monero dalla piattaforma per via di preoccupazioni relative al riciclaggio di denaro.

“Monero (XMR) può utilizzare selettivamente le funzionalità di anonimato. Questa funzione di XMR ci ha spinti a terminare il supporto alle transazioni. La decisione è stata presa per bloccare il potenziale riciclaggio di denaro e l'afflusso da reti esterne."

A settembre, anche l'exchange di criptovalute OKEx ha rimosso una serie di privacy coin, tra cui Monero, Dash (DASH), Zcash (ZEC), Horizen (ZEN) e Super Bitcoin (SBTC)