Mosca: uomo aggredito e mutilato per un milione di dollari in bitcoin

Oggi, 23 febbraio, un investitore di criptovalute è stato vittima di un'aggressione da parte di assalitori non identificati a Mosca che, secondo il giornale locale Forklog, lo hanno sfigurato e gli hanno rubato oltre un milione di dollari in Bitcoin.

La vittima, della quale non si conosce il nome, si trovava nel distretto meridionale della capitale russa quando un gruppo di rapinatori lo fermò ordinandogli di trasferire le sue proprietà.

Secondo l'articolo, quando l'uomo si rifiutò, i rapinatori gli "mutilarono la faccia con un coltello" fino a fargli consegnare la sua collezione di circa100 BTC, equivalenti a 1.000.020$.

L'incidente si verifica appena due settimane dopo l'agguato subito da un famoso Youtuber a San Pietroburgo, al quale sono stati sottratti fondi per un totale di 425.000$.

Forklog afferma che la vittima stia attualmente ricevendo cure mediche, mentre la polizia tenta di stabilire come si siano svolti gli eventi.

I problemi di sicurezza che riguardano il possesso di criptovalute continuano ad essere sotto i riflettori sia in Russia che negli stati confinanti. Il raid del servizio di sicurezza ucraino proprio all'interno dell'ufficio di Odessa di Forklog avvenuto lo scorso dicembre, ha messo in evidenza come anche le autorità si abbandonino ad attività potenzialmente criminali, mentre il rapimento del CEO dell'exchange EXMO Pavel Lerner a Kiev nello stesso mese, si è concluso solo dopo il pagamento di un riscatto di un milione di dollari.