Nestlé, Carrefour e IBM tracceranno la catena logistica di un purè di patate utilizzando la blockchain

Il colosso dei prodotti alimentari Nestlé, la catena di supermercati Carrefour e l'azienda operante nel settore informatico IBM hanno stretto una collaborazione, al fine di utilizzare la tecnologia blockchain per tracciare la catena logistica di Mousline, popolare marca francese di purè di patate. La notizia è stata confermata dalle tre compagnie all'interno di un recente comunicato stampa.

Una volta attivo, il servizio consentirà agli acquirenti di scansionare un codice QR con il proprio smartphone, e scoprire non soltanto la provenienza delle patate presenti in quella specifica confezione, ma anche il viaggio compiuto dal prodotto per raggiungere gli scaffali.

In particolare, nel comunicato stampa è possibile leggere:

"Utilizzando il codice QR sulla confezione, ogni consumatore potrà accedere ad una piattaforma sicura attraverso il proprio smartphone, ottenendo informazioni sulla catena di produzione e distribuzione. Saranno presenti informazioni come varietà di patate utilizzate, date e luoghi della produzione, dati sul controllo qualità, nonché dove il prodotto è stato conservato prima di aver raggiunto gli scaffali."

Carrefour ha inoltre commentato:

"Questa collaborazione si basa su valori condivisi da ognuna delle tre compagnie, per offrire maggiore trasparenza ai consumatori del settore alimentare. Semplicemente scansionando un prodotto con il proprio smartphone, gli utenti riceveranno informazioni affidabili e in alcun modo falsificabili su produzione e catena logistica."

Nel mondo, circa cinque milioni di prodotti alimentari sfruttano già la tecnologia blockchain per tracciare le catene di distribuzione: si tratta di un'industria in continua crescita.