Norvegia: criptomilionario salta dal balcone per scappare a rapina a mano armata

Come riportato dalla televisione locale TV 2, un quarantenne norvegese, finito sotto i riflettori per aver guadagnato oltre 11 milioni di dollari grazie al suo business nel settore delle criptovalute, è stato vittima di un tentativo di rapina a cui è scampato saltando da un balcone al secondo piano della sua abitazione. Il caso verrà trattato in tribunale nel prossimo mese.

"Sdraiati a terra o sparo"

Secondo TV 2, la vicenda si è svolta il 14 maggio. Il rapinatore è entrato nel complesso residenziale dove viveva la vittima e ha direttamente suonato il campanello del suo appartamento. Quando aprì la porta, l'uomo si trovò di fronte alla canna del fucile del sospettato.

L'atto di accusa, redatto dalla Procura Generale di Oslo, sostiene che l'indagato abbia minacciato il suo obiettivo urlando: "Sdraiati a terra o sparo".

Tuttavia, non è stato sparato alcun colpo, dato che la vittima è riuscita a fuggire lanciandosi dal balcone del suo appartamento.

Anche se i dettagli della vita professionale della vittima non sono stati definiti, sembra si tratti del proprietario e direttore generale di un'impresa nel settore delle criptovalute.

TV 2 sottolinea che l'uomo è diventato noto per il suo enorme successo finanziario ottenuto grazie alle criptovalute.

L'avvocato del sospettato ha dichiarato che il suo cliente non ammette i reati descritti nell'atto di accusa, ma non ha rilasciato ulteriori commenti.

L'udienza in tribunale è prevista per il 17 e 18 ottobre.

Come riportato all'inizio di questo mese, cinque uomini nello stato indiano del Kerala sono stati arrestati per aver torturato fino alla morte il responsabile di uno schema di investimenti Bitcoin (BTC) da 62,5 milioni di dollari.

Lo scorso anno, un investitore e blogger russo è stato assassinato da un gruppo di uomini mascherati a San Pietroburgo: l'uomo si era vantato del successo ottenuto grazie criptovalute online.