Il numero di ATM di criptovalute continua ad aumentare, nonostante il crollo dei mercati

Secondo i dati pubblicati il 10 dicembre da Coin ATM Radar, il numero di ATM di criptovalute continua a crescere in tutto il mondo, nonostante il recente crollo dei mercati.

Le informazioni di Coin ATM Radar mostrano che, nel mese di novembre, diversi produttori di ATM hanno aperto 209 sportelli in tutto il mondo, mentre 68 di quelli precedentemente installati sono stati chiusi. Ciò equivale ad una crescita netta di 141 ATM, in linea con quella di 150 sportelli registrata ad ottobre.

Gli Stati Uniti rimangono il paese dominante, con 70 nuovi sportelli: al momento, negli USA sono stati installati un totale di 2.243 ATM. Austria e Canada sono i prossimi nella lista, con 17 e 16 nuovi sportelli automatici.

Inoltre, tre paesi (Perù, Albania e Corea del Sud) hanno ricevuto i loro primi ATM di criptovalute proprio durante il mese di novembre. I primi due ATM sono stati creati da General Bytes, uno dei maggiori produttori di ATM di Bitcoin con sede a Praga, mentre in Corea del Sud è stato installato un ATM dal produttore locale DOBI ATM.

General Bytes ha installato il maggior numero di nuovi ATM in tutto il mondo (80), seguito dal produttore statunitense Genesis Coin (36) e da Lamassu Bitcoin Ventures (12).

A novembre, il numero di altcoin accettate negli sportelli automatici è aumentato del 59%. Il Bitcoin (BTC) rimane tuttavia la criptovaluta più supportata, essendo accettato da ben 4.042 macchine in tutto il mondo.

Come riportato da Cointelegraph a novembre, gli sviluppatori del primo ATM indiano di Bitcoin, fondatori dell'exchange di criptovalute Unocoin, sono stati arrestati nella città di Bangalore, con accuse di cospirazione, imbrogli e contraffazione.