Un artista francese organizza una caccia al tesoro: in palio 1.000$ in Bitcoin

Un artista francese di graffiti ha nascosto 1.000$ in Bitcoin all'interno del suo ultimo progetto: lo ha confermato egli stesso in un articolo sul proprio blog.

Pascal Boyart, che lo scorso anno aveva inserito in una sua opera un codice QR per ricevere donazioni in Bitcoin, ha affermato di aver optato per l'approccio "caccia al tesoro" per celebrare il decimo anniversario della criptovaluta.

La ricompensa è nascosta da qualche parte nel suo nuovo murale, intitolato "La liberté guidant le peuple 2019" e ispirato al celebre dipinto di Eugene Delacroix, raffigurante la lotta delle classi sociali durante la Rivoluzione Francese.

L'ubicazione del murale è segreta, ma chiunque può provare a mettere insieme gli indizi per trovarlo. "Sta a voi trovare il muro e la soluzione del puzzle", ha spiegato Boyart.

L'indirizzo del portafoglio è stato invece reso pubblico, e l'imprenditore Alistair Milne ha incoraggiato la comunità delle criptovalute a donare al progetto così da incrementare la grandezza del premio. Al momento della stesura di questo articolo il wallet contiene 0,28492509 BTC, equivalenti a circa 1.150$.

Boyart è una delle tante figure del mondo dell'arte che hanno utilizzato il proprio lavoro per promuovere le monete digitali. Lo scorso mese abbiamo ad esempio assistito alla vendita "dell'opera d'arte più economica di sempre", dal valore di appena 1 millisatoshi (0,000000037$), grazie all'utilizzo della tecnologia Lightning Network di Bitcoin