Stripe lancia il suo servizio di lending per le aziende statunitensi

Il servizio di elaborazione di pagamenti online Stripe ha annunciato il lancio del suo servizio di lending Stripe Capital, dedicato alle imprese statunitensi.

Stripe ha annunciato il lancio in un post sul blog ufficiale pubblicato il 5 settembre:

"L'integrazione di Stripe Capital a Stripe significa che non esiste nessuna lunga procedura di richiesta: l'idoneità viene stabilita rapidamente, i fondi arrivano sull'account Stripe di un utente il giorno lavorativo successivo e le aziende possono ripagare mentre guadagnano. [...] Oltre a servire direttamente gli utenti di Stripe, il servizio Stripe Capital verrà esteso anche ai partner della piattaforma, (come i costruttori di negozi online e le aziende SaaS B2B), permettendo loro di offrire ai propri utenti aziendali l'accesso a finanziamenti intelligenti."

Rimborsi automatici, nessuna mora

L'algoritmo di Stripe Capital considera "centinaia di segnali rilevanti per ogni azienda, tra cui il volume dei pagamenti, la percentuale di clienti abituali, la frequenza dei pagamenti e le variazioni nella crescita dei ricavi". Secondo l'annuncio, i rimborsi sono automatizzati e non sono previsti oneri per interessi ricorrenti o more.

La società spiega inoltre che il servizio non è riservato solo alle aziende che operano direttamente su Stripe e che le piattaforme possono anche offrire l'accesso al capitale ai propri utenti business. Will Gaybrick, chief product officier dell'azienda, ha sottolineato l'importanza di concedere l'accesso ai fondi alle piccole imprese:

"È importante pensare all'inclusione finanziaria non solo in termini di consumatori, ma anche in termini di imprese. Le aziende, in particolare le piccole imprese e le startup, sono i motori per la creazione di posti di lavoro nella nostra economia. Per loro, dovrebbe essere molto semplice e velocissimo accedere al capitale di cui hanno bisogno per regolare il flusso di cassa e investire nella propria crescita."

La società è anche uno dei partner ufficiali di Libra, il progetto crypto di Facebook. Come riportato da Cointelegraph, Stripes ha annunciato la sua controversa decisione di abbandonare il supporto a Bitcoin (BTC) a gennaio, citando come motivo principale le elevate commissioni e nominando diverse altcoin come alternative più valide.