PayPal lancia un nuovo sistema di ricompense basato su blockchain per i propri dipendenti

Il colosso dei pagamenti in rete PayPal ha lanciato un nuovo sistema di ricompense, basato su tecnologia blockchain, per i propri dipendenti. Secondo quanto riportato dal portale d'informazione Cheddar, tale programma è stato sviluppato in circa sei mesi dall'Innovation Team della compagnia, e divenuto ufficialmente operativo a metà novembre.

Questa iniziativa consente ai dipendenti di ricevere dei token per la partecipazione a progetti innovativi e la condivisione di idee. I token vengono considerati validi soltanto all'interno di PayPal, e possono essere scambiati liberamente fra i partecipanti al programma attraverso un registro pubblico.

Michael Todasco, Director of Innovation di PayPal, ha affermato che è anche presente un portale in rete dedicato al programma, nel quale i dipendenti possono "votare e commentare tutte le attività attualmente in corso all'interno dell'azienda legate al tema dell'innovazione".

I token raccolti dal personale della compagnia possono poi essere scambiati per un gran numero di "esperienze". È ad esempio possibile acquistare una partita a poker con il Vicepresidente di PayPal, bere un caffè in compagnia del CFO John Rainey, oppure praticare le proprie arti marziali con il CEO Dan Schulman. Una delle ricompense consente persino di "prendere in prestito" per un giorno il cane di uno dei dirigenti!

La blockchain viene spesso utilizzata per la gestione dei programmi fedeltà. Ad esempio, l'azienda statunitense SC Johnson e l'organizzazione ambientalista Plastic Bank hanno recentemente lanciato una campagna di riciclaggio in Indonesia, che premia i cittadini locali con dei token per la raccolta dei rifiuti.

PayPal, che studia la tecnologia blockchain già da parecchi anni, sembra parecchio interessata anche ai pagamenti con criptovalute. A marzo l'azienda ha infatti registrato un brevetto presso il Patent and Trademark Office degli Stati Uniti (USPTO) che consente di incrementare la velocità delle transazioni con monete digitali. 

In particolare, il documento descrive il funzionamento di un "Sistema Accelerato di Transazione per Valute Digitali", che utilizza una chiave privata secondaria per ridurre i tempi d'attesa negli scambi tra commercianti e consumatori.