Conti degli utenti di Poloniex 'congelati' dopo aver verificato la propria identità

In data 27 maggio, i clienti dell'exchange di criptovalute Poloniex hanno segnalato il congelamento dei propri conti in seguito al completamento delle nuove procedure obbligatorie per la verifica dell'identità.

Numerosi utenti affermano infatti di aver ricevuto una singolare notifica: possono continuare ad effettuare scambi sulla piattaforma, ma al tempo stesso i loro conti precedentemente operativi sono stati improvvisamente bloccati.

Il problema, non ancora ufficialmente riconosciuto da Poloniex, è iniziato lo stesso giorno in cui l'exchange ha richiesto ai clienti di collegare la propria identità al conto.

"Richiediamo a tutti i clienti 'legacy' di Poloniex che in passato non hanno fornito informazioni identificative complete di farlo adesso, utilizzando la pagina del profilo della piattaforma", è possibile leggere all'interno del comunicato.

“Questa pagina offre istruzioni chiare sui dati necessari per la verifica del proprio conto. Una volta comunicate tali informazioni, ci impegneremo a controllarle e a riabilitare il trading e le transazioni".

L'exchange ha prontamente rassicurato i clienti, spiegando che i fondi sono al sicuro:

Al momento della stesura di questo articolo è tuttavia possibile leggere nuove segnalazioni e lamentele, confermando che il problema ancora persiste.

A febbraio di quest'anno, la piattaforma Poloniex è stata venduta a Circle, azienda supportata da Goldman Sachs, per 400 milioni di dollari. Poloniex è oggi il 25° exchange di criptovalute più importante al mondo, secondo i dati raccolti da CoinMarketCap.