Su Twitter, Donald Trump si scaglia contro le criptovalute

Donald Trump, l'attuale Presidente degli Stati Uniti, ha recentemente espresso il proprio dissenso nei confronti delle criptovalute, e in particolare di Bitcoin e Libra.

In una serie di messaggi su Twitter, l'uomo ha infatti scritto:

"Non vado matto per Bitcoin e le altre criptovalute, che non possono essere considerate denaro e il cui valore risulta altamente volatile, basato sul nulla. Gli asset crittografici possono agevolare comportamenti illeciti, come il traffico di droga e altre attività illegali.

Analogamente, la 'moneta virtuale' Libra di Facebook risulterà poco affidabile. Se Facebook o altre aziende vogliono diventare delle banche, dovranno ottenere un'apposita licenza bancaria e divenire soggette a tutte le regolamentazioni ad essa connesse, proprio come qualsiasi altra banca, sia nazionale che internazionale.

Esiste una sola vera valuta negli Stati Uniti: è affidabile e sicura, è più forte che mai. È di gran lunga la valuta più forte del pianeta, e sarà così per sempre. È chiamata Dollaro Statunitense!"

Non è chiaro cosa abbia spinto Donald Trump a pubblicare questi messaggi su Twitter: la sua motivazione è probabilmente legata alle imminenti udienze del Congresso, previste per martedì e mercoledì della prossima settimana, per discutere del Progetto Libra.