Compromesso l'account su Twitter di Google G Suite, promuove una truffa con Bitcoin

Pare che il profilo ufficiale su Twitter dedicato a Google G Suite, seguito da oltre 800.000 utenti, sia stato compromesso: la pagina ha infatti pubblicato un messaggio volto a promuovere una truffa con Bitcoin (BTC).

I truffatori hanno annunciato che d'ora in avanti G Suite accetterà criptovalute come metodo di pagamento, spingendo gli utenti a partecipare ad un'offerta fraudolenta di 10.000 BTC.

Screenshot of the scam message

Il messaggio fraudolento in questione. Fonte: The Next Web

Il messaggio è scomparso dopo appena dieci minuti dalla pubblicazione. Al momento della stesura di questo articolo, Google non ha ancora rilasciato commenti sull'accaduto.

Si tratta di uno schema fraudolento parecchio diffuso su Twitter, grazie al quale i criminali attraggono le proprie vittime spacciandosi per individui o aziende importanti. Recentemente numerosi account verificati sono stati manomessi, impersonando Elon Musk: pare che uno di questi sia riuscito ad ottenere ben 170.000$. I truffatori hanno modificato nomi e immagini dei profili, commentando in discussioni avviate dal vero CEO di Tesla per dare l'impressione di legittimità.

A giugno di quest'anno Google ha introdotto un divieto per ogni genere di annuncio legato al settore delle criptovalute, allo scopo di proteggere gli utenti da offerte potenzialmente fraudolente. Alcune di queste restrizioni revocate a settembre, consentendo ad un numero limitato di aziende di pubblicizzare i propri prodotti sulla piattaforma.

Lo scorso mese Google ha confermato che non sarà più possibile pubblicare sul Chrome Web Store estensioni contenenti codice offuscato, nella speranza di ostacolare le attività di cryptojacking. Nell'annuncio la compagnia scrive:

"Oggigiorno oltre il 70% delle estensioni malevole che blocchiamo dal Chrome Web Store contiene codice offuscato. [...] Le tecniche di offuscamento riducono inoltre le prestazioni del software, incrementando tempi di esecuzione, grandezza del file e utilizzo di memoria".