Il mercato delle criptovalute si trova "sull'orlo dell'implosione", afferma uno studio pubblicato da Juniper

In un recente resoconto intitolato "The Future of Cryptocurrency: Bitcoin & Altcoin Trends & Challenges 2018-2023", la società di ricerca Juniper Research ha analizzato le future sfide per il settore delle criptovalute, ponendo particolare enfasi su timori di natura tecnica, sociale e normativa. Lo studio analizza inoltre lo sviluppo delle regolamentazioni nei vari mercati, il fallimento degli exchange, i numerosi attacchi informatici, il forking delle blockchain ed il loro impatto sulla volatilità dei prezzi.

Juniper afferma che il volume delle transazioni in Bitcoin (BTC) è crollato da una media di circa 360.000 al giorno durante gli ultimi mesi del 2017 a 230.000 a settembre di quest'anno. Per quanto riguarda il valore di tali transazioni, nel medesimo arco di tempo si è passati da 3,7 miliardi di dollari ad appena 670 milioni.

Inoltre, a fine 2017 il valore complessivo delle transazioni in criptovalute ammontava a circa 1,7 bilioni di dollari, mentre nel primo trimestre di quest'anno tale cifra aveva ottenuto un leggero ribasso, raggiungendo gli 1,4 bilioni. Nel secondo trimestre il mercato ha tuttavia registrato un vero e proprio collasso: un valore delle transazioni è diminuito del 75%, mentre la capitalizzazione complessiva ha raggiunto i 355 miliardi di dollari.

"Studiando le attività durante la prima metà del terzo trimestre, Juniper stima un ulteriore crollo del 47% nel valore delle transazioni rispetto al trimestre precedente. [...] In breve, considerando i nostri timori riguardo alla valutazione innata del Bitcoin e alle pratiche adottate da parecchi exchange, crediamo che l'industria si trovi sull'orlo dell'implosione".

L'analisi condotta da Juniper rispecchia quanto recentemente riportato da Diar: il volume in dollari del popolare exchange di criptovalute Coinbase ha raggiunto il livello più basso mai registrato negli ultimi dodici mesi.