Il RMIT offre il primo corso universitario in Australia sulla tecnologia Blockchain

Il RMIT, un'università pubblica australiana, ha lanciato il primo corso universitario Blockchain del paese, secondo Business Insider Australia.

ll corso della durata di otto settimane, intitolato "Developing Blockchain Strategy", è stato progettato dal Blockchain Innovation Hub della stessa RMIT e collabora con la società di consulenza Accenture e l'hub di fintech Stone & Chalk. La descrizione del corso online promette un programma pratico che va oltre l'aspetto concettuale di Blockchain: "Non otterrai solo una comprensione teorica della tecnologia blockchain: imparerai come usarla."

Jason Potts, direttore del Blockchain Innovation Hub, ha dichiarato a Business Australia Insider:

"È una di quelle cose dove un sacco di diverse tecnologie si sono incontrate per contribuirne al funzionamento [...] Gran parte di questo corso è progettato per aiutare dirigenti e imprenditori a capire non solo come funziona questa nuova tecnologia, e a capire cosa c'è dietro, ma anche come riflette i modelli di business e le strategie aziendali ".

Il direttore generale di Stone & Chalk, Alan Tsen, pensa che le forti connessioni tra fintech, banche e Blockchain significano che offrire un corso questo tipo è necessario:

"Le banche stanno mostrando notevole considerazione per la tecnologia blockchain  [...] Esiste una reale domanda di formazione e una lacuna di competenze nel mercato che deve essere affrontata".

Il corso del RMIT non è la prima volta che la tecnologia Blockchain e il mondo accademico si sono incontrati. La Berkeley offre infatti un corso interdisciplinare sulle Blockchain, e uno studio della University of Southern California sulle potenziali opportunità di carriera nel campo delle Blockchain sarà pubblicato a giugno.

Lo scorso dicembre, l'Australian Securities Exchange (ASX) ha annunciato di essere il primo securities exchange al mondo ad utilizzare la tecnologia Blockchain per sostituire il suo attuale sistema di equity processing.

A gennaio, l'aeroporto di Brisbane ha riferito di aver intenzione di rendere l'intero terminal "cripto-friendly", con negozi e ristoranti in grado di accettare BitcoinEther, e Dash.