Presidente SEC: prima di approvare un ETF sul Bitcoin, il mercato ha bisogno di ulteriore protezione

Secondo quanto dichiarato durante un'intervista con la CNBC dal presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti Jay Clayton, prima di approvare un ETF basato su criptovaluta, l'autorità di regolamentazione deve sentirsi sicura della custodia degli asset e garantire che nessuna manipolazione del mercato possa aver luogo. 

Clayton ha affermato che la SEC è al lavoro per rendere possibile il rilascio di un ETF basato su un paniere di criptovalute.

Tuttavia, ha anche osservato che ci sono diversi problemi da risolvere prima di approvare un ETF, a partire di quello della custodia:

"Ci stiamo lavorando, ma ci sono un paio di cose con cui dobbiamo sentirci a nostro agio. Il primo è la custodia: la custodia è un requisito fondamentale presente da molto tempo nei nostri mercati. "

Un'altra preoccupazione importante per la SEC è la presunta assenza di misure preventive abbastanza solide da impedire la manipolazione del mercato:

"L'altra cosa importante è [...] che abbiamo regole e misure di sorveglianza sofisticate per assicurare che il mercato azionario non subisca manipolazioni, cosa che i mercati delle criptovalute di grandi dimensioni non hanno. E stiamo lavorando sodo per vedere se possiamo arrivare a qualcosa del genere, non basta far finta che le criptovalute siano come azioni e bond, perché non è così. "

Le opinioni di Clayton sono in netto contrasto con quelle espresse all'inizio di questa settimana dal commissario della SEC Hester Peirce, che ha esortato il regolatore ad un approccio meno prudente nei confronti dell'innovazione e della questione ETF.