Secondo la Federal Reserve Bank of St. Louis, la creazione di altcoin concorrenti ridurrà il valore di BTC

La creazione di altcoin concorrenti porterà ad una forte pressione ribassista sui prezzi di tutte le criptovalute, compreso Bitcoin (BTC): a questa conclusione è arrivata la Federal Reserve Bank of St. Louis, che in data 11 gennaio ha pubblicato i risultati della sua ultima ricerca.

In particolare, nel resoconto vengono citate due prospettive differenti. I rialzisti sono certi che la quantità limitata di Bitcoin incrementerà la domanda, e di conseguenza il prezzo, della moneta; i ribassisti credono invece che il suo valore arriverà presto a zero. L'opinione dei ricercatori è tuttavia ben diversa:

"A nostro parere, è probabile che il futuro movimento dei prezzi rimarrà delimitato fra questi due estremi."

Nel documento viene inoltre spiegato che il prezzo in dollari statunitensi del BTC dipenderà anche dal suo tasso di cambio in relazione alle altre criptovalute. Nonostante i rialzisti si aspettino che Bitcoin ottenga un incremento rispetto al resto del mercato, oppure mantenga una quota costante in relazione alla capitalizzazione complessiva, i dati mostrano che negli ultimi anni questo non è stato il caso.

Bitcoin’s crypto market share April 2013-December 2018

Quota di mercato del Bitcoin, da aprile 2013 a dicembre 2018. Fonte: Federal Reserve Bank of St. Louis

Come è possibile osservare nel grafico riportato in alto, la crescente erogazione di altcoin ha portato ad una riduzione sia del prezzo che della capitalizzazione di Bitcoin. La criptovaluta possiede tuttavia un importante valore fondamentale, derivante dalla domanda per accessi permissionless e database decentralizzati: questo impedirà al prezzo di raggiungere lo zero.

Il resoconto afferma infine:

"Nonostante sia improbabile che il valore di Bitcoin raggiunga lo zero, la prospettiva di un'ondata di altcoin in competizione con Bitcoin nei portfoglio degli investitori piazzerà una forte pressione ribassista sul potere d'acquisto di tutte le criptovalute, compreso Bitcoin."

Recentemente Vinny Lingham, CEO della piattaforma blockchain per la gestione delle identità Civic, ha previsto ulteriori ribassi per Bitcoin: a suo parere infatti la moneta potrebbe scivolare sotto i 3.000$.