Sondaggio: tre tedeschi su dieci stanno considerando di investire in criptovalute

Secondo quanto riferito nella giornata di oggi da Cointelegraph auf Deutsch, il 29% dei tedeschi sarebbe interessato alle criptovalute come forma di investimento. La banca tedesca Postbank è giunta a questa conclusione dopo un sondaggio su 3.100 cittadini tedeschi condotto nei mesi di febbraio e marzo.

Il 60% delle donne e il 51% degli uomini indicano "l'indipendenza dai sistemi finanziari tradizionali" come un fattore importante del loro interesse verso le criptovalute. La possibilità di ottenere rendimenti elevati, d'altra parte, attrae soprattutto gli uomini: il 56% contro il 36% delle donne. Per un investitore su tre, inoltre, è importante anche l'anonimato.

In termini di età, le criptovalute sono particolarmente popolari nella fascia 18-34. In questa categoria, quasi la metà (46%) è interessata agli investimenti in criptovaluta. Il 6% dei tedeschi di età compresa tra i 18 ei 34 anni ha già investito, mentre un altro 14% prevede di farlo nei prossimi dodici mesi.

Il Dr. Thomas Mangel, capo del dipartimento digitale di Postbank, ha dichiarato in un comunicato stampa che il forte calo dei prezzi degli ultimi mesi non ha avuto alcun impatto sulla popolarità delle criptovalute. Egli ritiene che la ragione di ciò sia la mancanza di conoscenza delle opportunità e dei rischi delle criptovalute come investimento:

"Nonostante la magia delle valute virtuali, i giovani investitori non dovrebbero perdere di vista le offerte del sistema bancario tradizionale: chi ha già investito in security non dovrebbe investire in criptovalute a causa degli alti rischi che comportano. Questo tipo di investimento è altamente speculativo."

Negli ultimi mesi, diversi banchieri hanno ripetutamente messo in guardia gli utenti dalle oscillazioni dei prezzi. Ad esempio, il membro del consiglio della BCE Yves Mersch considera le valute digitali come una minaccia per la stabilità finanziaria e richiede una severa vigilanza da parte delle istituzioni. Inoltre, il responsabile della gestione patrimoniale della Deutsche Bank Markus Mueller ha criticato l'elevata volatilità delle criptovalute.