Secondo i dati ufficiali sulla trasparenza forniti da Tether, il market cap di USDT ha superato per la prima volta il traguardo dei 17 miliardi di dollari, raggiungendo asset totali superiori a questa cifra.

Nel 2020, la capitalizzazione di mercato di Tether è cresciuta in modo esponenziale. A metà settembre, il market cap di Tether ha registrato un aumento di quasi quattro volte rispetto all’inizio dell’anno, passando da circa a 4 miliardi a oltre 15 miliardi di dollari.

Secondo i dati della società di analisi crypto Messari, USDT ha visto un notevole sviluppo da agosto 2020 ad oggi. Come risultato, la moneta ha aggiunto oltre 5 miliardi di dollari al suo market cap nel corso degli ultimi tre mesi.

Tether (USDT), la più grande stablecoin nel mercato delle criptovalute, sta assistendo a un enorme afflusso nella sua capitalizzazione di mercato, e probabilmente sta alimentando a sua volta l’attuale trend rialzista di Bitcoin (BTC).

Capitalizzazione di mercato delle stablecoin. Fonte: Messari

Secondo Ki Young-Ju, CEO dell’aggregatore di dati CryptoQuant, il recente movimento positivo nel settore è da attribuire al numero sempre maggiore di depositi di stablecoin come USDT. Il 5 novembre, ha commentato:

“Ancora una volta, il prezzo di $BTC è salito subito dopo l’aumento dei depositi di stablecoin.”

Ki Young-Ju aveva già richiamato l’attenzione su questa correlazione nel mese di ottobre, sottolineando che l’afflusso di depositi di stablecoin è stato “utile per prevedere il rialzo di BTC a fine luglio.

Inoltre, i dati di CryptoQuant mostrano che il 18 ottobre gli afflussi di stablecoin hanno raggiunto nuovi massimi per il 2020, registrando più di 60.000 transazioni. Da allora questo valore è tuttavia diminuito, arrivando a circa 30.000 negli ultimi giorni di ottobre.