Fondatore e membro del consiglio di Tezos si dimette, la piattaforma si prepara al lancio

Stando a quanto rivelato nel comunicato stampa del 22 febbraio, il progetto Tezos sta per essere ufficialmente avviato dopo che due membri del consiglio della Tezos Foundation, compreso il fondatore e presidente Johann Gevers, hanno volontariamente abbandonato la propria carica per essere rimpiazzati da membri della comunità.

Gli appena nominati Ryan Jesperson e Michel Mauny si uniscono quindi a Lars Haussmann, membro del consigli dal 31 gennaio di quest'anno, proprio mentre la fondazione si prepara a lanciare la rete Tezos.

"Nei migliori interessi del Tezos Project, Johann Gevers e Diego Olivier Fernandez Pons hanno volontariamente presentato le proprie dimissioni dalla Foundation Board. Hanno a cuore il successo del progetto Tezos, e continueranno a supportare il suo sviluppo verso un futuro radioso. Ringraziamo entrambi per il loro servizio", ha dichiarato Jesperson nel comunicato stampa.

Anche Michel Mauny è un devoto membro della comunità. Oltre ad essere un membro del consiglio di Tezos, lavora come ricercatore all'istituto francese di scienza e tecnologia Inria, nel campo dei linguaggi di programmazione.

A luglio della scorso anno, la Initial Coin Offering (ICO) di Tezos ha ricevuto numerosi consensi da parte degli investitori, entusiasti riguardo al progetto e al potenziale della moneta. Hanno infatti donato un gran numero di BTC e ETH in cambio dei token della piattaforma, chiamati "Tezzies".

Tuttavia, dopo lo straordinario successo della ICO da oltre 232 milioni di Dollari, nacque una disputa tra Arthur e Kathleen Breitman, i due fondatori del progetto in possesso dei diritti della proprietà intellettuale Tezos, e Gevers, che invece controllava i fondi del progetto. La controversia ha fortemente ritardato il lancio della piattaforma ed ha portato ad una serie di cause legali ai danni della compagnia.

Jesperson ha supportato i Breitman durante la loro disputa con Gevers, aiutandoli a creare la T2 Foundation, che mira ad infondere nuova vita nel progetto, ottenere il controllo della fondazione originale e finalmente lanciare la rete Tezos.

A febbraio di quest'anno, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti si è rifiutata di fornire informazioni su Tezos quando richiesto dal procuratore David Silver appoggiandosi al Freedom of Information Act (FOIA). Silver rappresenta l'accusa nella causa legale intentata ai danni dell'azienda nel novembre del 2017.

Durante una conferenza tenutasi alla University of California, Los Angeles (UCLA) in data 17 e 18 febbraio, Kathleen Breitman ha annunciato che sia la piattaforma che i token verranno rilasciati "nelle prossime settimane".