Il mio nome è Bond, Token Bond: ecco perché il 2019 potrebbe essere l'anno giusto

Un popolare exchange di monete digitali ha tenuto un incontro a Singapore per esplorare le nuove opportunità offerte dal mercato, realizzando una piattaforma che consente agli appassionati di criptovalute di determinare i nuovi trend dell'industria e discutere sul futuro di questo settore dopo un anno tanto volatile.

Bibox, un exchange che utilizza l'intelligenza artificiale, ha organizzato una conferenza in data 29 novembre, nella speranza che tale evento possa offrire agli investitori maggiori informazioni sulle opportunità che si prospettano per il 2019.

La compagnia ha affermato che l'argomento delle obbligazioni, o "bond", sui token è stato al centro dell'intera conferenza: numerosi partecipanti erano curiosi di scoprire se tali strumenti potessero o meno divenire nuove opportunità d'investimento. Negli ultimi mesi le campagne di raccolta fondi ICO hanno perso gran parte dell'impulso iniziale, spingendo gli imprenditori a trovare nuovi modi per attirare gli investitori.

Dopo un anno di vertiginosi massimi e minimi, Bibox crede che la domanda per asset a reddito fisso, e di conseguenza per bond sui token, sia in aumento. Si è trattato di un altro tema parecchio discusso alla conferenza: è stato anche tenuto un dibattito, della durata di circa un'ora, sull'impatto che questi strumenti finanziari potrebbero avere sull'intera industria blockchain.

Le obbligazioni sui token sono una versione moderna dei classici bond, uno dei più popolari strumenti finanziari al mondo. Sono una forma di debito, e possono essere utilizzati dalle aziende operanti nel settore blockchain per raccogliere fondi. I possessori di obbligazioni ricevono una certa quantità di denaro alla loro maturazione, assieme al regolare pagamento d'interessi per tutta la durata del bond stesso. Questi asset possono essere scambiati, e il loro valore può oscillare.

La compagnia pianifica di organizzare altri due incontri simili: il primo offrirà la prospettiva di Singapore riguardo ai bond sui token, mentre il secondo esplorerà il ruolo degli investitori istituzionali nei mercati secondari. A tali conferenze parteciperanno rappresentati sia di Bibox che di Vocean, un ecosistema finanziario decentralizzato basato su criptovalute.

Un settore in continua evoluzione

La conferenza è stata tenuta poco dopo il raggiungimento di due importanti traguardi: il decimo compleanno di Bitcoin e il primo anniversario di Bibox.

A dodici mesi dalla sua nascita, l'exchange afferma di aver fondato uffici in sette diversi paesi. Ha inoltre lanciato il BiboxLab, un "centro blockchain internazionale" con sede a New York, che mira a supportare progetti di alto livello con finanziamenti, servizi di consulenza, orientamento tecnico, assistenza legale, marketing e gestione dei media.

L'obiettivo di BiboxLab è quello di individuare progetti innovativi, che possano offrire "soluzioni dirompenti a svariati problemi" nel pieno rispetto di leggi e regolamentazioni. Vocean, citata in precedenza, è una delle aziende che partecipano al progetto. Tale ecosistema consente di distribuire e scambiare prodotti a reddito fisso come prestiti, obbligazioni e derivati. Offre inoltre valutazioni sul credito dei progetti blockchain, sbloccando ulteriori canali di raccolta fondi.

All'inizio del prossimo anno Bibox lancerà un exchange in Europa, offrendo supporto nativo per un gran numero di valute fiat come euro, franco svizzero e sterlina britannica.

Ad appena un anno dalla sua fondazione, Bibox vanta già più di 2.000.000 di utenti registrati. Secondo i dati raccolti da CoinMarketCap, attualmente è l'ottavo exchange più importante in termini di volume giornaliero di scambio, pari a circa 290 milioni di dollari.

Buon compleanno Bibox!

In occasione dell'anniversario, i dirigenti della compagnia hanno scritto una lettera per ringraziare i propri utenti, nella quale è possibile leggere:

"Bibox pianifica il lancio di una serie di derivati, così da andare incontro ai diversificati bisogni degli investitori. Miriamo a divenire una piattaforma unica, assolutamente trasparente, per la gestione dei propri asset digitali. Speriamo che continuerete a supportarci anche negli anni a venire".

Bibox offre una comoda applicazione sia per dispositivi Android che iOS, e ha anche rilasciato un software per PC Windows e Mac. Attualmente la piattaforma supporta cinque lingue: inglese, cinese, coreano, vietnamita e russo.

La conferenza organizzata da Bibox, intitolata "2019 New Opportunities for Digital Assets", è stata tenuta dalle 10:00 alle 17:00 al Suntec Singapore Convention and Exhibition Center.

 

Avviso. Cointelegraph non sostiene alcun contenuto o prodotto presente su questa pagina. Sebbene puntiamo ad offrire quante più informazioni possibili, i lettori dovrebbero comunque effettuare ricerche approfondite e assumersi le responsabilità delle proprie azioni. Questo articolo non può essere considerato un consiglio d'investimento.