Dopo la serie di notizie negative arrivate negli ultimi giorni, gli investitori sono preoccupati per la stabilità delle crypto. Fortunatamente, i mercati sono maturati al punto che questo tipo di notizie non provoca più forti oscillazioni del prezzo, tipiche agli esordi delle criptovalute.

L’attuale stabilità mostra che gli investitori istituzionali non considerano il recente hack di KuCoin, le accuse di CFTC e DOJ contro BitMEX e nemmeno la diagnosi di coronavirus del presidente Donald Trump come eventi abbastanza seri da far crollare i mercati crypto.

Di conseguenza, le notizie non hanno causato panico o liquidazioni nei future su Bitcoin (BTC) e l’open interest è rimasto stabile.

Panoramica giornaliera dei mercati crypto. Fonte: Coin360

In un trend rialzista, i trader sfruttano la debolezza del prezzo causata da reazioni impulsive per aggiungere alle loro posizioni. Se Bitcoin continua a restare al di sopra del livello psicologico fondamentale a 10.000$, sempre più investitori potrebbero decidere di accumulare altri BTC nel proprio portafoglio.

Nonostante la price action laterale di Bitcoin, alcune altcoin hanno continuato il loro trend rialzista, e altre stanno mostrando segni di una possibile inversione di tendenza positiva.

Analizziamo i grafici delle 5 criptovalute da seguire per individuare i livelli critici che potrebbero segnalare l’inizio di un movimento decisivo.

BTC/USD

Il trend a lungo termine in Bitcoin è rialzista, come indicato dalla media mobile semplice a 200 giorni in salita (9.448$). Tuttavia, nel breve termine, la media mobile esponenziale a 20 giorni (10.682$) e l’indice di forza relativa in prossimità del punto medio suggeriscono equilibrio tra domanda e offerta.

Grafico giornaliero di BTC/USD. Fonte: TradingView

Negli ultimi giorni, la coppia BTC/USD è rimasta costretta tra 9.835$ e 11.178$. Una rottura al di sopra o al di sotto di questo range potrebbe segnare l’inizio di un nuovo trend.

Tra maggio e luglio, la coppia è rimasta bloccata per quasi 80 giorni in un range stretto, e l’attuale consolidamento dura da circa 30 giorni.

Se la storia dovesse ripetersi, il prezzo potrebbe rimanere all’interno del range ancora per qualche giorno. Di conseguenza, i trader dovrebbero pazientare fino alla rottura del range.

Un breakout sopra gli 11.178$ potrebbe avviare un rialzo con il primo obiettivo a 12.460$, mentre un calo sotto i 9.835$ e la SMA a 200 giorni potrebbe intensificare la pressione di vendita, mentre i trader si affrettano a chiudere le proprie posizioni.

Grafico a 4 ore di BTC/USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 ore mostra che il prezzo si trova all’interno di un grande triangolo simmetrico. Un breakout tra metà e tre quarti della distanza dalla base del triangolo al suo vertice è considerato affidabile.

Di conseguenza, nei prossimi giorni rialzisti e ribassisti potrebbero tentare un breakout dal triangolo. Tuttavia, se questo non dovesse funzionare e il prezzo raggiunge il vertice del triangolo, il pattern sarà invalidato.

ADA/USD

Il 23 settembre, Cardano (ADA) ha chiuso la candela giornaliera sotto l’SMA a 200 giorni (0,0837$), ma i ribassisti non sono riusciti a mantenere i livelli inferiori, e il 24 settembre l’altcoin è risalita al di sopra della media mobile a lungo termine.

Grafico giornaliero di ADA/USD. Fonte: TradingView

Questo sviluppo suggerisce che i rialzisti stanno difendendo aggressivamente l’SMA a 200 giorni. La price action degli ultimi giorni mostra la formazione di un possibile head and shoulders inverso che si completerà con un breakout e la chiusura sopra la neckline.

Il target del pattern si trova a 0,1331$. Questa visione rialzista entrerà in gioco solo in seguito al superamento della neckline.

Contrariamente a questa supposizione, se la coppia ADA/USD viene respinta dal livello attuale o dalla neckline e scende al di sotto della SMA a 200 giorni, invaliderà il pattern. Questo potrebbe condurre a una vendita aggressiva, con il prossimo supporto a 0,050$.

Grafico a 4 ore di ADA/USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 ore mostra che i rialzisti stanno faticando a spingere il prezzo sopra la resistenza a 0,1040440$. Sembra quindi che i ribassisti stiano assorbendo i relief rally vendendo in prossimità di questo livello.

Le medie mobili in discesa e l’RSI in territorio negativo suggeriscono che i ribassisti hanno un leggero vantaggio nel breve termine. Se il prezzo scende al di sotto di 0,0898$, i ribassisti proveranno a spingerlo verso il supporto decisivo a 0,074$.

Al contrario, se i rialzisti riescono a spingere e mantenere il prezzo sopra le medie mobili, un movimento verso 0,1040440$ e in seguito verso la neckline diventerà possibile.

XMR/USD

Il 29 settembre, Monero (XMR) ha superato la resistenza a 97,70$ e il nuovo test del livello di breakout, avvenuto il 2 ottobre, è stato positivo. Questo mostra che il livello, in passato una forte resistenza, sta ora agendo come un importante supporto.

Grafico giornaliero di XMR/USD. Fonte: TradingView

L’EMA a 20 giorni in aumento (97,15$) e l’RSI in territorio positivo suggeriscono che la strada più facile punta verso l’alto. Il primo target si trova a 113,211$, e il secondo a 121,427$.

È probabile che lo slancio aumenti se i rialzisti riescono a spingere il prezzo sopra questo livello, verso il target successivo a 140$.

Questa prospettiva positiva verrà invalidata nel caso in cui la coppia XMR/USD segna un calo dai livelli attuali e scende sotto i 93$. Il movimento ribassista potrebbe spingere il prezzo verso la SMA a 200 giorni, attualmente a 71,79$.

Grafico a 4 ore di XMR/USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 ore mostra che negli ultimi giorni la coppia è rimasta generalmente all’interno di un canale. Anche se il prezzo è aumentato superando il limite superiore, i rialzisti non sono riusciti a proteggere i livelli raggiunti e la coppia è scesa nuovamente, toccando la linea di supporto del canale.

Tuttavia, il rimbalzo da questo punto è stato forte e i rialzisti stanno di nuovo cercando di spingere il prezzo sopra il canale. Se avranno successo, lo slancio potrebbe aumentare.

In opposizione a questa prospettiva, se il prezzo non riesce a uscire dal canale, risulta probabile un graduale movimento positivo. Il primo segno di debolezza sarà una rottura al di sotto del canale.

ATOM/USD

Cosmos (ATOM) sta mostrando segni di una possibile inversione, dopo aver formato un pattern head and shoulders inverso che verrà completato con un breakout e una chiusura al di sopra della neckline.

Grafico giornaliero di ATOM/USD. Fonte: TradingView

Questo setup ha un target di 7,4$, e se questo livello viene superato il rialzo potrebbe testare nuovamente i massimi a 8,877$.

Tuttavia, l’EMA a 20 giorni (5$) è attualmente piatta e l’RSI si trova appena sopra il punto medio, suggerendo equilibrio tra domanda e offerta. Quindi, i trader potrebbero aspettare che il prezzo superi la neckline prima di diventare ottimisti.

Se la coppia ATOM/USD viene respinta dalla neckline, risulta possibile un crollo a 4,50$ e in seguito verso la SMA a 200 giorni (3,675$).

Grafico a 4 ore di ATOM/USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 ore mostra che i rialzisti hanno assorbito la contrazione verso il ritracciamento di Fibonacci del 50% sull’aumento da 3,78$ a 5,596$. Ora i compratori cercheranno di spingere nuovamente il prezzo oltre i 5,596$.

Se riescono a portare a termine il breakout e mantenerlo, il pattern head and shoulders inverso sarà completo.

Questa visione rialzista si annullerà se la coppia scende dai livelli attuali o dalla resistenza superiore, spezzando verso il basso il livello di ritracciamento del 61,8% a 4,474$. Tale movimento potrebbe far precipitare il prezzo a 3,78$.

VET/USD

Negli ultimi giorni, i rialzisti hanno difeso il supporto a 0,01094$, senza però riuscire a mantenere i livelli superiori, suggerendo che i ribassisti continuano a vendere e smorzare i rialzi. Di conseguenza, VeChain (VET) è tornata di nuovo al livello di supporto di 0,01094$.

Grafico giornaliero di VET/USD. Fonte: TradingView

Se i ribassisti spingono la coppia VET/USD sotto il supporto di 0,01094$ e la SMA a 200 giorni (0,0104$), la pressione di vendita probabilmente si intensificherà e un crollo prima a 0,008$ e poi a 0,0066$ diventerà uno scenario possibile.

La EMA a 20 giorni (0,0128$) è in calo e l’RSI non è riuscito a rimanere sopra 50, quindi i ribassisti sembrano essere in vantaggio.

Questa prospettiva negativa verrà invalidata se la coppia rimbalza nuovamente dal supporto e aumenta oltre 0,0160$. Tale movimento suggerirebbe l’accumulo da parte dei rialzisti a livelli inferiori.

Grafico a 4 ore di VET/USD. Fonte: TradingView

Il grafico a 4 ore mostra la formazione di un triangolo discendente, che si completerà in seguito al breakdown e alla chiusura sotto i 0,010940$. Questo setup colloca un target a 0,00328$.

Le medie mobili in discesa e l’RSI in territorio negativo suggeriscono che i ribassisti avranno la meglio nel breve termine.

Questo scenario verrà invalidato se la coppia rimbalza da 0,010940$ e continua a salire superando la linea discendente del triangolo.

I punti di vista e le opinioni qui espressi sono esclusivamente dell’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.