Ethereum, Ethereum Classic, NEO, IOTA, Binance Coin, Stratis: Panoramica delle migliori criptovalute della settimana

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Mentre il 2017 è stato un anno fortemente rialzista, il 2018 ha invece spazzato via più di 720 miliardi di dollari dalla capitalizzazione complessiva del mercato delle criptovalute. Riteniamo che il 2019 riporterà l'attenzione sui fondamentali e sul vero potenziale delle valute virtuali.

Con l'arrivo degli investitori tradizionali, le valute digitali a volte si comportano in modo simile ai mercati tradizionali. Il Wall Street Journal ha recentemente sottolineato che la correlazione tra il Bitcoin e l'oro ha raggiunto quota 0,84, e quella tra BTC e il Volatiliy Index del Chicago Board of Options Exchange ha toccato 0,77.

Crediamo che le criptovalute si trovino attualmente in un processo di bottoming e potrebbero quindi registrare un bottom già nelle prossime settimane.

ETH/USD

Dopo aver ceduto la posizione di prima altcoin a Ripple (XRP) alcune settimane fa, Ethereum (ETH) sta tentando di riprendersi. Nell'ultima settimana ha fatto passi da gigante, registrando la miglior performance tra le criptovalute principali.

Il CEO di BitMEX Arthur Hayes ritiene che il mercato delle ICO ripartirà il prossimo anno, fattore molto positivo per Ethereum. Egli crede che la criptovaluta salga a quota 200$. Alcuni sperano che il network ottenga una spinta dall'imminente aggiornamento Constantinople. Tuttavia, è sempre difficile prevedere come il mercato reagirà ad un evento così importante.

ETH

La tendenza a lungo termine di Ethereum è in calo. Dopo il crollo, riuscirà la coppia ETH/USD a far cominciare un nuovo trend rialzista nel 2019?

Dopo ogni rialzo e dopo ogni caduta, le valuta digitali tendono a consolidarsi in un determinato intervallo. Abbiamo evidenziato questi periodi con delle ellissi sul nostro grafico. Nel 2018, tutti i range sono terminati in un calo.

Attualmente, i tori stanno tentando di far partire pullback dopo il minimo di 83$. La linea di supporto del range precedente farà ora da resistenza. Per questo motivo, prevediamo vendite in prossimità dei 167,32$. Se i ribassisti riusciranno a difendere questo livello, potrebbe verificarsi un'azione di trading range bound.

D'altra parte, se i rialzisti riusciranno a scalare tale resistenza, potrebbe partire un'impennata verso i 249,93$. I trader possono aspettare una chiusura sopra quota 167,32$ per aprire delle posizioni long con uno stop loss relativamente vicino.

La nostra previsione neutrale/rialzista non sarà più valida nel caso in cui il prezzo dovesse finire sotto gli 83$. Avremo la conferma dell'inizio di un trend rialzista a lungo termine solo se la coppia formerà un grosso pattern di basing per poi effettuare un breakout. Fino ad allora, i trader dovrebbero puntare a piccoli obiettivi e confermare i propri profitti periodicamente.

ETC/USD

La seconda performance migliore della settimana è quella di Ethereum Classic (ETC). Evidentemente, i partecipanti al mercato hanno fiducia nell'imminente progetto che partirà il 14 gennaio. Sono state selezionate 11 startup, che avranno accesso ad un ufficio condiviso e riceveranno supporto sia dagli sviluppatori sia a livello finanziario.

ETC

Il trend a lungo termine della coppia ETC/USD è in calo. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di superare la linea di downtrend, che stronca ormai da maggio tutti i tentativi di recupero.

Un superamento di tale linea sarà il primo segnale dell'indebolimento del momentum ribassista. Ciò potrebbe risultare in un'impennata fino alla prossima resistenza, che si trova a 9,5$. In prossimità di tale livello, ci aspettiamo però una forte difesa da parte dei ribassisti.

Se, tuttavia, i rialzisti non riescono a scatenare un breakout, la criptovaluta può nuovamente tornare al minimo di 3,3$, facendo ripartire il downtrend.

Visto il lungo periodo ribassista, prevediamo che la valuta virtuale entri in un periodo di consolidamento prima di far partire un nuovo uptrend. Pertanto, consigliamo agli investitori a lungo termine di attendere la formazione di un pattern di inversione prima di aprire le loro posizioni. Tuttavia, i trader a breve termine possono andare long in caso di chiusura al di sopra della linea di downtrend.
 

Criptovaluta in evidenza* — STRAT/USD

Stratis è attualmente al 40° posto in termini di capitalizzazione di mercato. Recentemente, ha rilasciato i primi contratti intelligenti Turing-completi per l'esecuzione del codice .NET on-chain e la sua prima sidechain, Cirrus. Ciò fornirà alle aziende e agli sviluppatori blockchain la piattaforma perfetta per creare blockchain personalizzate e su misura per specifiche applicazioni.

Negli ultimi mesi abbiamo assistito a una serie di annunci del gruppo Stratis. Ha stretto una partnership con MediConnect, la società che si occupa di soluzioni blockchain per l'industria farmaceutica.

È diventato anche un Microsoft Independent Software Vendor (ISV) certificato un paio di mesi fa, un importante passo avanti. Visto il flusso di notizie fondamentale positivo, è un buon momento per comprare la criptovaluta? Vediamo.

STRAT

La coppia STRAT/USD è stata gravemente colpita dall'attuale mercato ribassista. A gennaio del 2018 suoi prezzi sono scesi da un massimo di 24,39960825$ ad un minimo di 0,53353976$ a metà dicembre, con una perdita del 97,81%.

Tuttavia, la cosa positiva è che ha partecipato al pullback degli ultimi giorni.

Dal suo minimo di 0,53353976$ del 14 dicembre, nella vigilia di Natale ha raggiunto quota 1,84363616$, un'impennata del 245% in 10 giorni. Attualmente, i rialzisti stanno provando a consolidare il pullback in prossimità dell'EMA a 20 giorni.

Se ci riusciranno, la criptovaluta tenterà nuovamente di spostarsi verso la prossima resistenza, che si trova a quota 1,91493444$. Se questo livello viene superato, il recupero può estendersi a 2,14656768$. Una volta superato quest'ultimo livello, prevediamo l'inizio di un nuovo trend rialzista.

I trader possono aspettare che il prezzo salga dall'EMA a 20 giorni fino a raggiungere quota 1,46$, per poi aprire delle posizioni long con uno stop loss appena sotto 1,15$. È possibile confermare parte dei profitti a quota 1,84$, alzando di conseguenza gli stop loss.

Tuttavia, se i ribassisti dovessero trascinare Stratis al di sotto delle medie mobili, la criptovaluta perderà il suo slancio e subirà una correzione a 0,81338679$, soglia al di sotto della quale potrebbe verificarsi un nuovo test del minimo del 14 dicembre.

NEO/USD

NEO ha annunciato la seconda edizione del suo DevCon il 19 febbraio. Il fondatore di NEO Da Hongfei non sembra essere scoraggiato dal mercato ribassista. Crede che il prezzo della criptovaluta in se e per se conti solo relativamente, dato che è principalmente dettato dal sentiment. Come riporta Forbes, Hongfei continua a concentrarsi sul progetto e sull'ecosistema e ha definito l'attuale fase come "ContiNEO - Continuiamo".

NEO

La coppia NEO/USD si trova in un forte downtrend. Dal massimo di 200,59839784$ raggiunto a metà gennaio è scesa ad un minimo di 5,4808$. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di far partire un pullback visto lo status oversold dell'RSI.

Un eventuale recupero dovrà però fare i conti una resistenza a quota 13,60337627$, probabilmente molto forte, dato che tale soglia ha agito da supporto per ben tre mesi.

Se i rialzisti non riusciranno a superare la prossima resistenza, la criptovaluta entrerà in un periodo di consolidamento per qualche giorno. Il downtrend riprenderà nel caso di un calo sotto 5,4808$. Consigliamo ai trader di aspettare un'inversione di trend prima di aprire nuove posizioni long.

IOTA/USD

IOTA ha provato a risalire nella top 10 delle criptovalute per capitalizzazione di mercato, ma senza successo. La settimana scorsa si è aggiudicata il quarto posto della nostra analisi.

IOTA

La coppia IOTA/USD sta tentando di formare un pattern di basing. In questo momento sta trovando delle vendite a livello della resistenza di 0,4037$. Se i ribassisti continueranno a difendere questo livello, prevediamo che la criptovaluta si consolidi tra 0.2051$ e 0,4037$ per alcune settimane.

Al contrario, se i rialzisti supereranno quota 0,4037$, sarà un segnale che i mercati hanno rifiutato i livelli inferiori. In questo caso, potrebbe verificarsi un passaggio a 0,8152$.

I trader aggressivi possono andare long una volta superata quota 0,4037$, mentre agli investitori a lungo termine consigliamo di attendere l'inizio di un nuovo trend rialzista.
 

BNB/USD

In una lettera intitolata "2018 Binance Year-End Review", il CEO di Binance Changpeng Zhao ha disegnato un'immagine positiva dell'industria delle criptovalute. Ha inoltre delineato i vari piani dell'exchange e della sua valuta nativa. Cosa si evince dal grafico? Scopriamolo.

BNB

La coppia BNB/USD ha performato relativamente meglio del previsto. Ha difeso con successo il supporto a 4,5200621$ per quattro settimane, dopo di che i rialzisti hanno avviato un tentativo di pullback.

Nelle ultime due settimane, i rialzisti hanno mantenuto il prezzo al di sopra dei 5,4666$, il che è un segno positivo. È probabile che la valuta digitale raggiunga la linea di resistenza del canale discendente, vicina a quota 8,25$. I trader a breve termine potrebbero provare a cavalcare l'onda.

Tuttavia, consigliamo agli investitori a lungo termine di attendere che il prezzo superi il margine del canale. La nostra previsione rialzista non sarà più valida se i ribassisti affonderanno la valuta digitale sotto 4,1723848$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.

*Avviso: Stratis è una criptovaluta di uno degli sponsor di Cointelegraph, e la sua inclusione non ha influenzato quest'analisi dei prezzi.