Due società costruiranno una soluzione blockchain per le spedizioni europee

Vakt, una piattaforma post-trade per il trasporto merci basata su blockchain, ha firmato un protocollo d'intesa con essDOCS, una società che sviluppa soluzioni commerciali paperless, per portare le spedizioni europee sulla blockchain.

Come riportato il 20 settembre dal sito di notizie Benzinga, Vakt ed essDOCS lavoreranno su una soluzione basata su blockchain che consentirà la digitalizzazione dei processi di post trading nelle spedizioni navali in Europa.

Inizialmente, le parti prevedono di lanciare il prodotto nell'Europa nord-occidentale, ma sperano di espandersi ulteriormente nei mercati di tutto il mondo. Una dichiarazione congiunta afferma:

"Le parti commerciali si mettono d'accordo sulle informazioni da inviare al terminale, che poi aggiunge le proprie informazioni prima di inviarle ai capitani delle chiatte per concordare e firmare il prodotto e le quantità caricate o scaricate dalla nave. Questo lungo processo porta a numerosi documenti cartacei, compresa la ricevuta della chiatta, che una volta firmata fisicamente permette all'imbarcazione di navigare e al venditore di emettere fattura all'acquirente."

A febbraio, Vakt ha ottenuto quattro nuovi clienti, espandendo così l'utilizzo della sua tecnologia a due terzi delle operazioni petrolifere nella regione del Mare del Nord. All'epoca, il CEO di Vakt Etienne Amic, ha affermato che un livello di adozione significativo nel settore energetico potrebbe motivare gli altri ad esaminare soluzioni blockchain.

Supply chain e blockchain

Quest'anno, le autorità russe hanno firmato un accordo con il colosso della logistica danese Maersk per sostituire le attuali operazioni di trasporto, basate quasi esclusivamente su documenti cartacei, con la piattaforma blockchain TradeLens.

Anche la società di logistica svizzera Panalpina ha avviato due progetti pilota con l'obiettivo di ottimizzare le supply chain utilizzando la blockchain. Uno di essi esaminerà gli usi della tecnologia nel settore high-tech, mentre l'altro interesserà il settore della cancelleria e dell'arredo da ufficio.