Stati Uniti: due deputati introducono un nuovo disegno di legge per formulare una definizione comune di blockchain

I deputati statunitensi Doris Matsui e Brett Guthrie hanno recentemente proposto alla Camera dei Rappresentanti un nuovo disegno di legge, denominato "Blockchain Promotional Act 2018".

Nel proprio resoconto i due politici spiegano che spesso il concetto stesso di blockchain varia da un progetto normativo ad un altro. Per tale ragione, affermano che il Dipartimento del Commercio dovrebbe istituire uno speciale gruppo di lavoro, formato da svariati funzionari federali e membri dell'industria delle criptovalute, per formulare un'unica definizione per questa tecnologia.

Tale gruppo si occuperà inoltre di fornire indicazioni alla National Telecommunications and Information Administration (NTIA) e alla Federal Communications Commission (FCC), per studiare la possibile adozione della blockchain da parte del governo federale. All'interno del documento Matsui spiega più nel dettaglio i motivi che lo hanno spinto all'elaborazione della nuova normativa:

"La tecnologia blockchain potrebbe trasformare l'economia digitale globale. La blockchain offre numerose opportunità, come incremento di trasparenza, efficienza e sicurezza nelle catene di distribuzione".

A settembre di quest'anno, il deputato Tom Emmer aveva annunciato l'introduzione alla Camera di tre nuove proposte di legge legate all'industria delle monete digitali: la "Resolution Supporting Digital Currencies and Blockchain Technology", il "Blockchain Regulatory Certainty Act" e il "Safe Harbor for Taxpayers with Forked Assets Act".

L'elaborazione di tali normative segue l'esplicita richiesta da parte di legislatori ed esperti dell'industria di uniformare e rendere più chiare le regolamentazioni per questo settore. La scorsa settimana, i rappresentanti di numerose società di Wall Street e aziende operanti nell'industria delle criptovalute hanno partecipato ad una tavola rotonda, per discutere di Initial Coin Offering (ICO) e strutture giuridiche.